Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Tesla lampo di genio di Massimo Teodorani

Dice il saggio ...
Non siamo mai né meglio né peggio di nessuno. (Grazia Maria Coppolino)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Formazione

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Al diploma e alla laurea con la dislessia Autore: AAVV

  • A scuola per i figli

    A scuola per i figli

    Continua con successo il progetto a favore delle mamme straniere

    Favorire l’integrazione delle famiglie immigrate, sostenendo le mamme nel loro sforzo per apprendere la lingua italiana e conoscere la cultura e la società italiana, anche in relazione al loro compito di madri che accompagnano i figli nel cammino scolastico e in ogni altro ambiente educativo e di socializzazione.

    Era quanto si proponeva il progetto “A scuola per i Figli” cofinanziato dalla Provincia di Treviso nell’ambito del Nuovo Accordo Regione Province Venete sull’immigrazione per il 2007, realizzato dal Ctp di Mogliano Veneto, in collaborazione con i Servizi sociali dei Comuni di Mogliano Veneto, Casale sul Sile, Casier, Preganziol, Zero Branco. Ben 75 le donne che hanno ricevuto altrettante borse di studio mercoledì 19 settembre al Centro Territoriale Permanente di Mogliano Veneto. Alla cerimonia, introdotta dal Dirigente scolastico del Ctp Nerio Bellemo, sono intervenuti rappresentanti dei diversi enti che hanno partecipato alla realizzazione del progetto (Provincia, Comuni, Servizi sociali, Distretto socio sanitario) e alcune donne immigrate che hanno manifestato gratitudine per le opportunità di integrazione in Italia che il progetto offre a loro e ai loro figli.

    In quattro edizioni del Progetto, circa 250 donne hanno frequentato i corsi di italiano del Ctp. Per loro, anche grazie all’apprendimento della lingua si sono aperte strade di socializzazione, di incontri, di integrazione, di ulteriore formazione personale e professionale e di lavoro, a vantaggio di loro stesse, dei loro figli, delle loro famiglie, ma anche di tutta la nostra società perché la società cresce con la partecipazione di tutti. Nel 2007, le corsiste hanno seguito circa mille ore di lezione in 14 corsi diversi distribuiti in sei sedi, ricevendo una borsa di partecipazione (mediamente di 100 €). Nove le donne che hanno completare il percorso con un esame finale per ottenere una certificazione europea di italiano, rilasciata dall’Università degli stranieri di Siena mediante una convenzione, da utilizzare per lo sviluppo personale e lavorativo. Trentuno i Paesi di provenienza, ma le più numerose sono le cinesi, assieme a brasiliane e marocchine.

    I dati sull’immigrazione in Provincia di Treviso, del resto, confermano la necessità cogente di offrire simili opportunità di integrazione nella nostra società: su 800 mila abitanti della Marca oggi 100 mila sono immigrati, mentre nelle scuole gli alunni figli di immigrati raggiungono il 12 %. “Diventa dunque fondamentale – ha commentato Paolo Criveller, coordinatore del Ctp - che le donne immigrate siano messe nella condizione di favorire processi di integrazione e di serena convivenza e per questo risultano fondamentali i corsi di lingua italiana. Ecco, perché nell’ambito dei corsi di lingua e cultura italiana, sono stati inseriti anche percorsi di educazione alla salute materno-infantile e percorsi di promozione della cultura della sicurezza stradale”.

    Oltre ai corsi di lingua italiana per cittadini stranieri, è possibile iscriversi anche a corsi di informatica, inglese, francese, spagnolo, tedesco. Il Ctp, infatti, è una scuola statale per giovani e adulti, frequentata soprattutto da cittadini italiani che desiderano fare formazione permanente. E’ possibile anche conseguire il diploma di licenza media: sono infatti ancora molti nel territorio gli adulti privi di questo diploma base della scuola italiana. Dal lunedì al giovedì, dalle 17.00 alle 19.00 (sabato dalle 10.00 alle 12.00) è possibile rivolgersi allo Sportello per informazioni ed eventuali iscrizioni. Per informazioni: Direzione Didattica II circolo Mogliano Veneto, via Favretti, 14, (tel. 041 5902530).

    (24/09/2007 Tg0-positivo)