Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The Bond - Il Legame Quantico di Lynne Mc Taggart

Dice il saggio ...
Gli sbagli non sono soltanto una parte della vita che bisogna accettare: sono indispensabili per vivere una vita piena (B.Day)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Enogastronomia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Più Sani senza Grano

  • Il Rum Cubaney arriva in Italia

    Il Rum Cubaney arriva in Italia

    Prime Uve distribuisce in Italia il rum Cubaney

    La Distilleria Bonaventura Maschio di Gaiarine (Tv), nota per l’acquavite d’uva Prime Uve, è orgogliosa di intraprendere la distribuzione in Italia del rum Cubaney, prestigioso distillato nato a Cuba, prodotto a Santo Domingo dalla famiglia Oliver, e gustato in tutto il mondo.

    Esso sarà disponibile invecchiato in botti per vari anni, partendo dai 5 per arrivare ai 25, per scoprire un distillato prezioso, leggermente abboccato e setoso, che si concede affascinante a chi ha la pazienza di volerlo conoscere e gustare fino in fondo.

    Storia e tradizione di qualità, nonché alto posizionamento, sono i valori che accomunano le due aziende. Ed infatti il Cubaney si rivolge ad un pubblico appassionato, attento ai rum “da meditazione”, da degustare anche in abbinamento al cioccolato.

    ***********************

    Il Rum Cubaney: le origini di un viaggio

    La storia del rum è soprattutto storia di viaggi, di conquiste, di scoperte.

    È la storia di un distillato che accompagna gli uomini nei loro desideri di frontiera, attraverso terre e cieli sconosciuti. Una storia a volte dolce, come il clima e la vegetazione paradisiaca delle isole del Nuovo Mondo, ma anche amara, crudele, fatta di prevaricazioni e contrasti. Una storia ricca di contraddizioni, che si ritrovano nel sapore antico e poco convenzionale di un distillato nato da un’avventura, nobilitato dal tempo e divenuto leggendario.

    Il primo uomo che legò il suo nome alla storia del rum fu, non a caso, Cristoforo Colombo. Sappiamo infatti che durante il suo secondo viaggio, nel 1493, la flotta aveva a bordo coltivatori di canna da zucchero provenienti dalle Canarie: proprio loro, dopo lo sbarco, ne piantarono alcuni ceppi nell’isola di Hispaniola.

    Da qui iniziò il lungo percorso di questa bevanda, ottenuta proprio dalla fermentazione della canna da zucchero, che si diffuse tra le popolazioni delle colonie con diversi nomi, tra cui aguardiente, eau de vie, berbaje, cachaça, e addirittura kill devil, l’ammazza diavolo.

    Il nome rum, invece, deriva probabilmente dal termine rumbuillon (da rumble, gorgogliare e boil, o in francese bouillir, bollire) nel significato di “gran tumulto”, che si riferisce certamente al rumore prodotto dal liquido in ebollizione nelle caldaie, ma forse anche all’inevitabile trambusto che in quelle improvvisate distillerie o in altri luoghi di consumo si alimentava della più varia, colorata e talora rissosa umanità.

    I primi rum, quelli che accompagnarono la storia delle colonie, erano ben diversi da quelli che conosciamo noi. Erano “prodotti forti, diabolici”, dal sapore alquanto grezzo.

    Lentamente, con il passare degli anni, il metodo di distillazione si è evoluto e raffinato. Attraverso numerosi tentativi, diverse esperienze e le conoscenze acquisite nel tempo, il rum è “cresciuto”, diventando un distillato di estrema qualità, senza mai perdere, però, il suo carattere contraddittorio e atipico. Oggi un grande rum è capace di trattenere i profumi e i sapori, di conservare in un certo senso la memoria dei luoghi in cui è nato.

    Il grande rum è, in tutto il mondo, testimone di una tradizione: racconta una storia fatta di genti e terre lontane.

    Fin dall’epoca coloniale Cuba ha goduto di un’eccellente reputazione come paese produttore di alcuni dei migliori rum del mondo. Tra gli esempi più gloriosi della supremazia di Cuba nella produzione di rum un posto d’onore spetta ai rum prodotti dalla famiglia Oliver nel XIX secolo.

    La loro è una storia che merita di essere ricordata.

    Dopo essere emigrato a Cuba verso la fine del ‘700, Don Juanillo Oliver, il patriarca della famiglia, si dedicò alla coltivazione del tabacco e alla lavorazione dello zucchero di canna e dei suoi derivati. Con il tempo gli Oliver si specializzarono nella produzione di rum, e già prima del 1870 i loro rum invecchiato erano considerati tra i migliori del mondo. Poi venne la rivoluzione del 1959, e molti componenti della famiglia abbandonarono Cuba.

    I loro discendenti si dispersero nel mondo, stabilendosi per lo più in Europa e nelle Americhe.

    All’inizio degli anni ’80, un membro della nuova generazione della famiglia fu in grado di ritornare a Cuba, e la sua curiosità riguardo al passato lo portò a immergersi e scavare nella storia che gli apparteneva.

    Ritrovò, tra gli archivi, centinaia di carte e documenti, e tra questi scoprì le indicazioni originali utilizzate dai suoi avi nel XIX secolo per la produzione di rum. Incoraggiati dalla scoperta delle proprie radici, da quel momento i discendenti della famiglia Oliver si impegnarono in prima persona per far rinascere quel rum cubano che già una volta aveva portato fama e fortuna.

    La Repubblica Dominicana fu scelta come luogo di produzione ideale, grazie alle caratteristiche climatiche, geologiche e topografiche, che la rendono del tutto simile alla sua isola gemella, Cuba. Fu assunto un gruppo di maestros roneros cubani, esperti conoscitori dell’arte del rum, che, con la loro grande esperienza, erano le figure essenziali per realizzare l’ambizioso progetto.

    Con le prime bottiglie il sogno si è trasformato in realtà. Dopo un’interruzione durata più di cent’anni, gli autentici e raffinati rum cubani prodotti nei secoli passati dalla famiglia Oliver tornano oggi a brillare con orgoglio, destinati ai veri intenditori di rum.

    ************************

    Distilleria Bonaventura Maschio srl

    Via Vizza 6,

    31018 Gaiarine (TV) www.primeuve.com

    (13/09/2007 Tg0-positivo)