Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il cofanetto: Geni fuori Controllo - Mt0

Dice il saggio ...
Voi dite sui vecchi le stesse cose che dicevamo noi da ragazzi. E' giusto. Ma un giorno altri ragazzi diranno lo stesso di voi (Giovanni XXIII)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico Arte Architettura

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • 7 cose che il tuo medico ha dimenticato di dirti Autore: Sipser-Lew

  • Un recupero doc

    Un recupero doc

    Restaurata la Fattoria di Villa Emo del Palladio

    Il restauro della grande Fattoria di Villa Emo del Palladio, nella campagna di Fanzolo di Vedelago (Tv), stato completato.

    Un bellissimo ed elegante edificio, lungo oltre 150 metri, manomesso dal tempo, stato recuperato e trasformato nel pieno rispetto delle sue caratteristiche nel nuovo Centro Servizi del Credito Trevigiano che, nel 2004, ha preteso e ottenuto di salvaguardare il pi celebre monumento del suo territorio: la villa palladiana degli Emo e del paesaggio circostante.

    La fattoria sorge nell'area dove, a met del '400, si innalzava la villa dei Barbarigo, i nobili veneziani che nel 1535 cedettero il loro fondo di Fanzolo a Leonardo Emo. Questi, figlio di Giovanni, mor nel 1539 e fu l'omonimo nipote a ereditare il fondo e la villa e a commissionare al Palladio la nuova dimora.

    Una volta realizzata la nuova villa, la vecchia residenza divenne secondaria e, qualche decennio dopo, ne venne decisa la demolizione. Al suo posto, nel '700, venne innalzata la Fattoria, il nuovo cuore agricolo dei possedimenti degli Emo.

    "Questo restauro - ha dichiarato il presidente di Credito Trevigiano, Nicola Di Santo - la prosecuzione di un'idea nata qualche anno fa dal movimento popolare sorto dalla preoccupazione che i terreni circostanti la villa fossero acquistati dai cavatori di ghiaia. Avremmo avuto Villa e parco assediati da enormi voragini. Il paesaggio ne sarebbe sortito completamente stravolto".

    "Oggi il potere economico rappresentato dalle Banche - ha commentato il soprintendente per i Beni architettonici e paesaggisti del Veneto, Guglielmo Monti nel corso della presentazione avvenuta a Villa Emo qualche tempo fa - e in questo caso il Credito Trevigiano si dimostrata una banca davvero lungimirante che ha portato a questo evento fortunato".

    Garantita la regolare apertura al pubblico, in perfette condizioni e con tutti i suoi arredi, della Villa, del suo meraviglioso parco, resa funzionale la grande Fattoria, il Credito Trevigiano intenzionato a recuperare il Borgo antistante l'ingresso della Villa, un nucleo molto interessante, un tempo abitato dai coloni.

    Il Modello Villa Emo di recupero e riutilizzo compatibile di un bene storico oggetto di riflessione a livello veneto e nazionale e potrebbe costituire un prototipo nel processo di salvaguardia di quell'immenso patrimonio, unico al mondo, rappresentato dalle 4127 ville venete.

    (08/08/2007 Tg0-positivo)