Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Club Bilderberg di Daniel Estulin

Dice il saggio ...
Solo se sarai solo, sarai libero (Leonardo da Vinci)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Storia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • La rivoluzione interiore Autore: Krishnamurti

  • Fratelli nella notte

    Fratelli nella notte

    Due libri della Danilo Zanetti Editore

    Vale davvero la pena di immergersi nelle pagine scritte da Carlo Balestra, appassionato di storia alpina e residente a Fonzaso (Feltre), insieme all’archeologo di Monfumo (Tv), Italo Riera.

    Il primo libro “Fratelli nella notte” di Carlo Balestra contiene la metafora della notte con il buio profondo, dove “il cielo è offuscato – scrive il Balestra – e la luna e le stelle non riflettono il loro chiarore, la terra è fredda, senza luci, e il silenzio è spettrale... L’uomo è solo con i propri pensieri... Ecco però all’improvviso, quando pensa di non uscire più dall’oscurità, sente una voce e gli appare una fioca luce. E’ l’alba della speranza, è la forza del giorno che riappare piano piano. Così fu per i nostri soldati sui vari fronti di guerra, nella tragedia della morte dove, soli con sé stessi, affrontarono un destino crudele, combatterono altri uomini, che a loro volta erano immersi nell’oscurità del dolore e della sofferenza. Fu quello il tempo dell’ira e dell’odio. Molti, nella notte, capirono l’importanza della fede, dell’amore, della fratellanza. I pochi che videro il giorno compresero il valore della vita e della solidarietà, ma soprattutto della pace fra gli uomini. Nelle tenebre meditarono sugli errori vissuti e tornarono alla luce come fratelli, con una speranza di riconciliazione fra i popoli. Il volume è scritto per loro, che seppero soffrire dignitosamente in guerra, senza mai abbandonare la fiducia in un futuro migliore”.

    Il secondo libro, "Eravamo noi", scritto insieme a Italo Riera, raccoglie invece alcune testimonianze di reduci della II Guerra Mondiale per meditare su quel desiderio di pace che tutti desiderano ma che è così difficile da realizzare ancora: “Nessuno meglio dei nostri anziani – commentano gli Autori – può interpretare il valore profondo di questa parola di cui oggi tutte le bocche si riempiono, così come di quell’altra ‘guerra’, oggi talmente aborrita da essere quasi abolita dall’uso e sostituita con eufemismi e circonlocuzioni talora stucchevoli, ma così tragicamente presente, invece, nella realtà dei fatti”.

    Due libri importanti dunque per non dimenticare il passato così da restare ben ancorati nel presente, come afferma lo stesso editore, Danilo Zanetti: “Alcuni anziani reduci raccontano la loro avventura in guerra: drammatiche testimonianze del passato. Oggi, con lo zaino della vita carico di anni, desiderano lasciare l’eco delle loro sofferte esperienze alle giovani generazioni, per ricordare che la guerra è sempre una terribile sventura e che la pace è un bene irrinunciabile per tutti i popoli”.

    Per info 0423 609608 oppure www.libreriazanetti.it

    (08/08/2007 Tg0-positivo)