Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Weleda: in accordo con uomo e natura

Dice il saggio ...
L'insegnamento giunge agli uomini attraverso l'udito, l'intuizione invece quando la capacità intuitiva stessa subisce la folgorazione (Aristotele)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Itinerari turistici

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Nexus New Times n. 95 - Dicembre 2011/Gennaio 2012

  • Perle di Marca

    Perle di Marca

    Ben 140 i luoghi di valore segnalati alla Fondazione Benetton

    Il Brolo del Monastero di S. Giacomo di Veglia

    Ben 140 i luoghi segnalati in tutta la Marca Trevigiana al Concorso “Luoghi di valore” indetto per il 2007 dalla Fondazione Benetton di Treviso.

    Dei 94 comuni trevigiani, ben 62 presentano uno o più luoghi significativi che sono andati così a comporre un primo registro di raccolta dati.

    In questo elenco, si rileva in modo positivo come i punti individuati non siano affatto scontati o ‘classici’: parchi, giardini, piazze, sagrati, chiese, percorsi naturalistici, ambiti agrari, ville, borghi rurali, fortificazioni, monasteri, conventi, archeologia industriale e cimiteri sono i luoghi preferiti dai Trevigiani che, sia in forma pubblica (enti, biblioteche, comuni, Asl) che privata (cittadini, proprietari, progettisti, appassionati), li hanno individuati come luoghi di valore o da valorizzare.

    E dunque la casa colonica di Pagnano ad Asolo, ma anche il Bosco degli Ontani e delle Risorgive a Breda, la Motta del Castello di Treville a Castelfranco Veneto, oppure l’Antica Via Salis di Colle Umberto, il Bosco dei Faggi di Cornuda, la Valle del Forame e l’antico Borgo di Giavera, il lanificio Poletti di Follina, gli antichi filari con originari vitigni tra aceri campestri, gelsi e olmi a Godega di S. Urbano, il chiostro romanico dell’Abbazia di S. Maria del Pero a Monastier, il Giardino delle luci e delle ombre del Trojan a Paese, il Torrente Giavera a Ponzano, il Brolo del Monastero di S. Giacomo di Veglia, l’ex cimitero di S. Maria in Colle a Montebelluna solo per citarne alcuni.

    Il Cimitero della Chiesa S. Maria in Colle di Montebelluna, candidato tra i migliori luoghi di valore della Marca

    Durante un incontro, tenutosi la scorsa settimana a Fondazione Benetton insieme alla stampa e ai segnalatori, Domenico Luciani ha dichiarato: “Da qualche anno la Regione ha stilato un elenco di ‘gocce d’oro’ del territorio, cercando di invidiare i luoghi pregevoli veneti. Noi, a nostra volta, ci siamo chiesti che fare. L’adesione a questo concorso, di cui si trova un’esperienza analoga anche nel Feltrino, ci ha dimostrato come ci sia voglia di fare, sia da parte di professionisti, studiosi e gente semplice. Ci ha inoltre permesso di fare un test attendibile sul livello di consapevolezza dimostrato verso i luoghi di valore che ci circondano. Ci è stato così possibile raccogliere non solo appelli disperati per luoghi che rischiano di essere distrutti, ma anche le segnalazioni di patrimoni su paesaggi ordinari in una varietà molto importante. Il nostro obiettivo è dunque quello di rendere l’iniziativa annuale, diffondendola e creando una sensibilità consensuale. Si intende infatti lavorare per far evolvere questa consapevolezza dentro un processo condiviso politico e collettivo”.

    La documentazione e le immagini pervenute verranno esposte al pubblico a metà ottobre.

    La giuria, la stessa del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino, valuterà le segnalazioni giunte e, in caso di luoghi meritevoli, provvederà a un pubblico riconoscimento che si terrà il 20 ottobre 2007.

    Paola Fantin

    (10/07/2007 Tg0-positivo)