Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The Bond - Il Legame Quantico di Lynne Mc Taggart

Dice il saggio ...
O Signore - se c'è un Signore - salva la mia anima - se ho un'anima - Amen (Renou)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Itinerari turistici

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Medicina e le Sette Leggi Universali - DVD

  • I viaggi di Tg0-Positivo: l’isola di Patmos

    I viaggi di Tg0-Positivo: l’isola di Patmos

    Una proposta per l’estate e per le festività pasquali

    Il nome dell’Isola deriva da Patmos, che è un monte dell’Asia Minore.

    In essa furono ritrovati mura di acropoli, un ippodromo, santuari dedicati ad Apollo, Dioniso e Artemis, sui cui ruderi il venerabile Cristodulos fece erigere il grande Monastero di S. Giovanni Teologos a Chora.

    L’isola infatti è famosa soprattutto per aver accolto, esule in seguito a un editto di Domiziano, nel 95 a.C., l’apostolo prediletto di Gesù, Giovanni che proprio lì avrebbe cominciato a predicare il Cristianesimo, infastidendo per questo il mago Chiope che viveva sul monte Ghernupas. San Giovanni, dopo una sua provocazione, narra la leggenda, avrebbe trasformato il mago in una pietra poi spedita in fondo al mare.

    Lo sviluppo di Patmos ebbe inizio nell’XI secolo, quando giunse sull’isola il monaco Cristodulos che eresse il Sacro Monastero a San Giovanni Teologos (Chora), mentre nel XIII secolo furono edificate tutto intorno al Monastero le abitazioni per difendere gli isolani dai pirati.

    Vennero erette mura che proteggevano gli abitanti dagli assalti nemici e sopra le sue due uniche porte fu costruito l’ “assassino”, una specie di balcone da dove veniva gettato l’olio bollente che impediva l’ingresso ai pirati.

    Il Monastero è di ineffabile bellezza ed è costruito su cinque livelli e mostra molti elementi tradizionali dell’architettura insulare greca.

    Il Sacro Monastero appartiene al Patriarchìo Ecumenico di Costantinopoli ed è Esarcato Patriarcale con un patriarca dai privilegi speciali, il Priore stesso.

    Di particolare fascino è la Sacra Grotta dell’Apocalisse, dove Giovanni avrebbe scritto l’Apocalisse, meta di pellegrini da tutto il mondo, di qualsiasi fede o pensiero. I visitatori possono vedere il luogo dove l’apostolo di sdraiava e la roccia enorme che fu scissa quando egli udì la voce del Divino.

    Il momento più suggestivo è certamente rappresentato dalle Festività pasquali che vengono vissute nell’isola con venerazione ma anche con uno spirito gioioso. Il sabato sera prima della domenica di Pasqua è l’appuntamento più atteso: una cerimonia di rievocazione della Passione, con inni e preghiere cantate al Monastero, rappresenta il momento più importante per la fede ortodossa isolana e tocca il cuore anche di chi, spinto da curiosità o amore di conoscenza, vi assiste insieme alle migliaia di persone accorse da tutto il mondo.

    L’Isola di Patmos, luogo gradevole e tranquillo per una vacanza rilassante che si può fare anche interamente a piedi – poche le auto nell’isola, che è collegata dal traghetto Blue Star alcuni giorni della settimana, ma buona presenza di taxi e di scooter a noleggio -, raggiungendo le varie località (Scala, Kampos, Gricos, Chora) a passo d’uomo e gustando l’intero paesaggio a 360 gradi.

    I paesi, in particolare Scala, sono ricchi di fascino, eleganti, abitati da gente garbata e cordiale, con negozietti tipici, ristorantini con vari menu, in particolare a base di pesce greco. Il mare che la circonda è di un blu scintillante e le piccole spiagge che vengono lambite dalle onde sono composte da finissimi sassolini leggeri.

    L’isola appartiene alla provincia amministrativa del Dodecanneso, dista dal Pireo 158 miglia marine e ha una superficie di 34 chilometri quadrati. Gli abitanti sono circa 3 mila.

    ****************************

    Per saperne di più sull’Isola e le sue bellezze www.patmos.gr

    Per pernottare

    Castelli Hotel (+30 2247031361), un tranquillo hotel a 150 metri dal porto con vista panoramica sulla città e sul Monastero. Dispone di 45 camere, con balcone, frigo, televisione, aria condizionata e una bellissima veranda che da sul paesaggio.

    **************************

    Per approfondire la figura di Giovanni, anche alla luce di recenti studi www.deiricchi.it

    Le foto sono state realizzate dallo staff di Tg0-Positivo. Tutti i diritti sono riservati.

    (22/06/2007 Tg0-positivo)