Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Tesla lampo di genio di Massimo Teodorani

Dice il saggio ...
La noia è una tristezza senza amore (N. Tommaseo)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Enogastronomia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Maschere da Colorare

  • S. Martino tra storia e tradizione alla Distilleria Bonaven

    S. Martino tra storia e tradizione alla Distilleria Bonaventura Maschio

    Ospiti d’eccezione i piloti della Pattuglia Acrobatica delle Frecce Tricolori

    Mille leggende s'intrecciano, nei luoghi più disparati d'Europa, sulla figura di San Martino di Tours. Vissuto nel IV secolo d.C., figlio di un ufficiale romano, fu arruolato giovanissimo nella guardia imperiale a cavallo, ma ben presto si ritirò a vita eremitica e fondò il primo monastero d'Occidente. Uomo generoso e pio, si racconta che incontrando un poveretto che non aveva di che ripararsi dal freddo, gli donasse metà del proprio mantello e che il buon Dio abbia per questo suo gesto fatto cessare i rigori dell'inverno e regalato agli uomini, con l'estate di San Martino, qualche giorno di tepore. Il suo nome è legato ai tanti riti che popolano le campagne sul finire dell'autunno, periodo di svinatura e tempo d'abbondanza al termine dei raccolti, oltre che momento di rapido cambiamento climatico.

    Anche nella distilleria Bonaventura Maschio di Gaiarine, il grande lavoro legato alla vendemmia ha lasciato il posto ad un ritmo più rilassato, i carichi d'uva in arrivo si sono fatti ogni giorno più radi, mentre i magazzini sono già pieni del nuovo distillato e le barrique vegliano sul riposo dei prodotti affinati. Il momento ideale per far festa e condividere questi momenti con gli amici. Così il 9 novembre scorso la distilleria Maschio di Gaiarine ha avuto quali graditi ospiti, oltre ai numerosi amici e giornalisti delle più conosciute testate del Triveneto, anche il comandante – il Tenente Colonnello Paolo Tarantino - e i piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori per un appuntamento che si ripete ormai da qualche anno, coronato sempre da grande successo. Un momento davvero magico quello vissuto intorno agli alambicchi dell’antica distilleria, per compiere tutti insieme l’affascinante rito della distillazione delle uve, quelle stesse che producono Prime Uve, acquavite d’uva, vanto del made in Italy nel mondo.

    Gli assaggi tra gli alambicchi sono stati così anche l’occasione per un particolare brindisi alla bravura e alla professionalità delle Frecce Tricolori, che tante emozioni ci hanno trasmesso nelle più festose ricorrenze nazionali e internazionali.

    *********************

    Nell'immagine due piloti della Pattuglia Acrobatica intenti al rito della distillazione

    *********************

    Il comandante Tarantino omaggiato da una preziosa bottiglia di Prime Uve realizzata appositamente per le Frecce Tricolori e consegnata dal signor Maschio. Nell'immagine sotto le Frecce Tricolori sopra la città di Grado.

    ******************************

    Le foto della squadriglia acrobatica in volo che seguono sono state realizzate da L.G.Marcella nel 1999 a Jesolo. Ringraziamo la professionista per avercele gentilmente concesse.

    (15/11/2006 Tg0-positivo)