Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo


Dice il saggio ...
Le parole in bocca fanno un effetto e un altro negli orecchi (A.Manzoni)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Riflessioni » Religione

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Il manuale del primo soccorso del cane e del gatto Autore: Marco Benedet

  • Un segno di riconoscenza e di amicizia

    Un segno di riconoscenza e di amicizia

    E' successo a Paderno di Ponzano (Tv)

    Un segno di riconoscenza e di amicizia verso la comunità parrocchiale di Paderno di Ponzano Veneto. E’ quanto hanno voluto dimostrare alcuni mussulmani, offrendo ai parrocchiani, il giorno dell’Assunta, il pane benedetto della Madonna.

    La benedizione del pane di Maria affonda le radici nella storia religiosa delle nostre genti, quando questo alimento costituiva un bene inestimabile nei periodi bui di estrema povertà. A Paderno di Ponzano Veneto però ha un valore ancor maggiore, perché il 15 agosto è anche Festa patronale della parrocchia. “Il giorno dell’Assunta – ci racconta il parroco don Aldo Danieli – viene benedetto il pane che entra in ogni famiglia per essere condiviso, dopo una breve preghiera guidata dal capofamiglia, in segno di solidarietà e riconciliazione. Quest’anno i nostri fratelli mussulmani che vengono a pregare nelle strutture parrocchiali, mi hanno chiesto di poterlo offrire alla comunità dei cristiani di Paderno, come segno di riconoscenza e amicizia”.

    Da qualche tempo, infatti, una decina di mussulmani si reca ogni giorno a pregare all’Oratorio di Paderno, in un enorme scantinato dove riescono a trovare il raccoglimento necessario.

    Poco lontano, in un altro spazio dell’Oratorio, si riuniscono anche dei nigeriani pentecostali, in un clima sereno di accettazione e integrazione. “Qualche giorno fa – continua don Aldo – i cittadini mussulmani sono venuti da me con questa proposta. Non vogliono solo sfruttare gli ambienti parrocchiali, in cambio di un rimborso spese. Vogliono sentirsi solidali con chi li ha accolti. Essi credono che la Madonna sia la madre del Cristo profeta, offrire il pane ai parrocchiani era dunque un modo per dimostrare un segno di fraternità sulla base di radici comuni che devono unire non dividere. Mi è parsa davvero una bella idea e ho accettato. Credo che l’accoglienza da parte mia e della comunità di Paderno, il loro segno di amicizia e di riconoscenza verso chi li accetta sia la prova evidente che la vera democrazia si fonda sul rispetto verso l’altro, che deve venire da ambedue le parti. In questo clima di condivisione non possono che maturare la pace e l’integrazione”.

    Paola Fantin

    *****************************

    "Homo homini deus" (Cecilio).

    "Deus est mortali iuvare mortalem, et haec ad aeternam gloriam via" (Plinio il Vecchio).

    "In bono hospite atque amico quaestus est quod sumitur" (Plauto).

    "Amici mores noveris, non oderis" (Proverbio antico).

    "Ab alio exspectes alteri quod feceris" (Publilio Sirio).

    "Malo si quid bene facias, id beneficum interit" (Plauto).

    (10/11/2006 Tg0-positivo)