Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Argital: Cosmetici naturali senza conservanti

Dice il saggio ...
La gioia richiama la pace (Torkom Saraydarian)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Itinerari turistici

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Sfera da Massaggio in Sale Himalayano

  • Il cammino di un clown pellegrino

    Il cammino di un clown pellegrino

    Viaggio verso Santiago de Compostela

    Una moltitudine di persone vi si è incamminata negli ultimi mille anni, mettendo spesso a rischio la propria vita, abbandonando villaggi e città, rinunciando a sicurezze e comodità. Un’esperienza unica quella del pellegrinaggio a Santiago di Compostela, dunque, che ha cambiato la vita della gente di tutti i secoli. Ma quali sono le emozioni, le difficoltà e gli apprendimenti che vive il pellegrino? E come intraprendere il cammino evitando errori che rallentano la marcia o affaticano il viandante?

    A queste domande, che spesso dissuadono nuovi viaggiatori a intraprendere la strada verso Santiago, ha voluto rispondere Christian Crocetta nel libro “Il cammino di un clown pellegrino. Verso Santiago de Compostela e oltre”, edito dalle Edizioni del Noce, con presentazione di Claudio Loreggia, priore per il Veneto della Confraternita di San Jacopo di Compostela (Perugina). L’opera è un utilissimo strumento di viaggio che aiuterà chiunque voglia cimentarsi nell’impresa a organizzare il viaggio in modo programmato, economico e anche divertente. Crocetta infatti descrive tappa per tappa il suo cammino a piedi, proponendo i luoghi da vedere, gli alloggi, i prezzi, i chilometri da percorrere, gli orari da seguire e varie soluzioni alle difficoltà pratiche che via via si presenteranno, secondo l’esperienza da lui vissuta.

    Migliaia di persone, dunque, ogni anno intraprendono il Cammino. Ma cosa le spinge a farlo? “Ancora la Fede - scrive il priore Loreggia –, cioè la fiducia di compiere un atto utile al proprio essere, nel nome di quel Dio che ha reso forte San Giacomo. La Speranza, cioè il desiderio che questo atto utile apporti dei sostanziali cambiamenti alla propria vita. La Carità di accettare ciò che la Provvidenza ha in serbo di donare, ma anche la Carità di offrire umilmente ciò che si possiede”. “Quante volte ho sentito riassumere in spagnolo il mio compiere il cammino di Santiago a piedi in una sola parola, semplicemente… andare – spiega il giovane Crocetta, che vive e lavora a Mogliano Veneto ed è uno dei soci fondatori e dei dottori clown dell’associazione “Il piccolo principe” di Mestre – Compiere il cammino a piedi… andare … mi ha permesso di conoscere i miei limiti fisici, di recuperare, capire e conoscere meglio il mio corpo, il mio respiro, i miei tempi, il mio passo… Mi ha permesso di esercitare lo sguardo, di gustare il paesaggio in ogni suo colore… Mi ha permesso di cogliere i ‘segni dei tempi’… avvenimenti, incontri, sensazioni… del cammino personale, quelli attraverso cui Dio parla”.

    Il libro è corredato di un’ampia bibliografia con cui organizzare il proprio viaggio e si può acquistare in libreria o allo 049 9302012.

    Paola Fantin

    (26/07/2006 Tg0-positivo)