Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Officina Naturae: Detergenti ecologici e cosmetici naturali

Dice il saggio ...
Quando stiamo bene sappiamo dare buoni consigli a chi sta male (Terenzio)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Storia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Ogni sintomo è un messaggio Autore: Claudia Rainville. Editore: Amrita Edizioni

  • Il libro delle antiche invenzioni

    Il libro delle antiche invenzioni

    Lo sapevate che la chirurgia plastica era praticata in India già nel I secolo a.C.? E che a Baghdad in Iraq, nel Medioevo, operava un efficiente servizio postale? Che ne direste se vi provassimo che nel sud ovest degli Usa, già mille anni fa, sorgevano abitazioni condominiali nel deserto che non avevano nulla a che invidiare alle moderne costruzioni? E che edifici a più piani erano una prassi normale anche nella Roma antica di oltre un millennio fa mentre i Greci si servivano di una sorta di rudimentale computer?

    E' l'affascinante viaggio che i lettori potranno intraprendere leggendo "Il Libro delle Antiche Invenzioni" edito da Armenia (2001), corredato di disegni e foto che proveranno come l'Uomo che ci ha preceduto non era inferiore per intelligenza e tecnologia all'attuale civiltà. Molto di quanto oggi utilizziamo era insomma già stato inventato. Certo, con materiali differenti e con una minore estensione geografica ma di certo con la stessa intenzione di rendere più semplice e facile la vita.

    All'inizio del II secolo d.C. Chang Heng - astronomo reale, cartografo, matematico, poeta e inventore - presentò alla corte cinese un congegno meraviglioso. Il congegno era collocato in una custodia decorata a forma di barile, intorno alla cui sommità si trovavano 8 teste di drago, ognuna con una sfera di bronzo. Era un sismografo. Quando si verificava un terremoto, una sfera cadeva dalle fauci di uno dei draghi, finendo nella bocca a forma di rospo che si trovava sotto. Il fragore segnalava un sisma e la sua direzione veniva considerata opposta rispetto a quella in cui era cadura la sfera.

    Neppure le porte automatiche, così diffuse oggi nella nostra società, sono un'idea 'originale'. Fu Erone di Alessandria a escogitare questo sistema per aprire, 'magicamente', le porte di un piccolo tempio. Quando il sacerdote accendeva un fuoco sull'altare esterno, questo fuoco riscaldava l'aria in un globo di metallo nascosto proprio sotto l'altare, facendo passare l'acqua presente al suo interno attraverso un sifone e versandola in un enorme secchio. Il secchio stava sospeso con delle catene a un sistema di pesi e carrucole che facevano ruotare le porte sui loro perni via via che il recipiente diventava più pesante. Quando il fuoco si spegneva avveniva l'esatto opposto e le porte si rinchiudevano. Beh, nulla di magico verrebbe da dire... Ma se i nostri progenitori vivevano in civiltà meno avanzate come hanno fatto a escogitare questo sistema così ingegnoso?

    Ma le sorprese non finiscono qui e il libro edito da Armenia ne è una vera miniera. Sapevate per esempio che è stato ritrovato un teschio di almeno 4.000 anni fa nel Dorset (Inghilterra), con tracce evidenti di un'operazione chirurgica al cranio? Un cerchio d'osso venne rimosso dalla testa di un paziente utilizzando, pare, strumenti di pietra. L'uomo poi si riprese, come dimostra l'evidente ricrescita del tessuto osseo. Il disco d'osso venne da lui conservato come segno di buon augurio e seppellito nella sua tomba.

    L'imponente mole del materiale che documenta i progressi del Mondo Antico è stata raccolta e selezionata da un folto gruppo di storici e archeologi guidato da Peter James e Nick Thorpe, rispettivamente scrittore e archeologo.

    Le tematiche approfondite toccano in particolare la Medicina, i Trasporti e Comunicazioni, l'Urabanistica, la Vita sessuale, l'Alta tecnologia, l'Agricoltura, la Musica, lo Sport...

    (05/02/2005 Tg0-positivo)