Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il libro: La Pillola

Dice il saggio ...
Curarsi per certe malattie è come imparare a nuotare. In caso di naufragio non serve che a prolungare l'agonia (Pitigrilli)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Salute

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Anche se non sei perfetto Autore: Glenn Schiraldi

  • L'OMEOPATIA

    L'OMEOPATIA

    Cenni sull'omeopatia

    L'Omeopatia, ( "dal greco homoios = simile e pathos = male " ) rientra nella sfera delle cure naturali e fa parte della medicina alternativa; e come dice la sua definizione, è quella scienza che cura il malato con la stessa sostanza che in un uomo sano è capace di provocare gli stessi sintomi che il malato presenta. Tutti sappiamo quali sono i sintomi provocati dall'abuso del caffè: insonnia, pensieri che si affacciano alla mente confusi e disordinati, tachicardia, quindi * COFFEA * , che è il medicamento omeopatico a base dicaffè, sarà il rimedio nel caso il malato presenti stato di insonnia con agitazione e battiti cardiaci accelerati. Oppure, avrete senz'altro provato a tagliare una cipolla: gli occhi sono irritati, vi lacrimano ed aveteuna gran voglia di soffiarvi il naso, proprio come aveste il raffreddore; quindi * ALLIUM CEPA * che è ilmedicamento omeopatico a base di cipolla sarà il rimedio in caso di raffreddore con irritazione agli occhi edalle vie respiratorie, con molto scolo dal naso.

    Breve storia del suo fondatore

    Samuel Hahnemann ( Meissen 11 aprile 1755 - Parigi 2 luglio 1843 ) è il fondatore dell'omeopatia.Egli esercita la sua professione di medico in diverse città dell'Europa centrale. Ma è a Lipsia che il nostro medico comincia ad avere dei forti dubbi sul fatto che i metodi usati per curare i malati siano effettivamente validi ( salassi, purghe etc. etc. ), ed un giorno si rivolge ai suoi pazienti dicendo loro di andarsene, in quanto lui non era in grado di curarli: Hahnemann, in preda ad una forte crisi, si ritira dalla professione , mettendosi a fare il traduttore ed il copista, e un giorno viene attirata la sua attenzione da un volume di W. Cullen ( Materia Medica ), che parlava degli effetti che aveva sui coltivatori la pianta di CHININO. Cullen diceva che il CHININO, che è un farmaco antimalarico, provocava nei coltivatori febbri molto simili a quelle date dalla malaria. Allora Hahnemann, provò su se stesso il CHININO assumendone per un lungo periodo e per più volte al giorno una dose da tredici grammi di CHINA ed alla fine come egli aveva previsto venne colto da febbre intermittente ( appunto uno dei sintomi della malaria ). Questi sintomi apparivano dopo un paio d'ore dall'assunzione del rimedio scomparendo poi due o tre ore dopo la sua assunzione. E con questa sperimentazione Hahnemann arriva al " motto " dell'Omeopatia: " simile cura il simile ".

    Diluizione Hahnemaniana

    Hahnemann, continua i suoi esperimenti, ma si accorge che certe sostanze somministrate allo stato puro, provocano effetti dannosi per l'organismo, decide allora di diluirle scoprendo che:" DILUENDO UNA SOSTANZA, SI ELIMINANO I SUOI EFFETTI DANNOSI E AUMENTA LA SUA CAPACITA' CURATIVA ". Per avere una diluizione centesimale hahnemaniana la cui sigla è " CH ", dopo la prima diluizione si preparano quelle successive all'1\100 l'una dall'altra; per preparare quelle decimali aventi la sigla " DX " o "X " si preparano le diluizioni successive all'1\10 l'una dall'altra. Un'altro fattore importante è la dinamizzazione: il flacone che contiene la diluizione che serve per la preparazione successiva, viene scosso energicamente; se non viene fatta la dinamizzazione non si ottiene nessuna azione terapeutica.

    Come funziona la visita omeopatica

    La visita omeopatica è molto diversa da quella a cui siamo abituati. Di solito noi andiamo dal medico, lamentiamo un dolore ed egli ci prescrive qualcosa "contro " il dolore da noi lamentato. L'Allopatia (la nostra medicina ufficiale), infatti è la medicina dei contro,che cura il dolore con qualcosa che contrasti il dolore stesso, permettendogli così di rimanifestarsi nuovamente con caratteristiche sempre più complicate e gravi. Durante la visita omeopatica, le cose vanno invece in maniera diversa, a volte può sembrare che l'omeopata vi faccia domande strane che secondo voi non c'entrano niente con il vostro problema ( come ad esempio se preferite il mare o la montagna ), ma non dimenticate chel'omeopata ha studiato medicina e in quanto tale egli è un medico a tutti gli effetti , soltanto che, conclusi i suoi studi di medicina deve studiare ancora molti anni per conoscere bene l'omeopatia. Quindi bisogna essere sinceri con il proprio omeopata al fine di non portarlo fuori pista sulla diagnosi che lui deve fare. Per una riuscita della cura, occorre avere una mentalità omeopatica, e qui dobbiamo parlare dei "blocchi" che possono influire negativamente sul buon andamento della cura. Ci sono i "blocchi esogeni " del quale fanno parte i fattori esterni che sono sostanze che possono bloccare la nostra cura. Queste sostanze sono: la * CAMOMILLA * i PROFUMI, * TABACCO *, la * MENTA * la * CAFFEINA * e la nicotina. Avremo quindi cura di eliminare o quantomeno diminuire il numero delle sigarette, di limitarci nell'uso del caffe, di usare pochi profumi o deodoranti,( che oltretutto non solo fanno male alla nostra pelle ma che non ci sono proprio utili ) e di cambiare il nostro dentifricio con uno omeopatico ( senza menta e mentolo,ce ne sono do ottimi omeopatici ). I" blocchi endogeni " sono più difficili da trovare perchè sono radicati nella nostra mente e a volte l'omeopata deve faticare non poco per capire che cosa ci passa per la testa.

    Come funziona l'omeopatia

    L'omeopatia non è la medicina che cura le " malattie " ma la medicina che cura il " malato". Secondo questa " SCIENZA " l'organismo non si ammala continuamente. Non è possibile pensare che una persona nel corso della propria vita si ammali a turno, per esempio, di emorroidi, curate quelle di asma, e, finita anche questa cura, gli si presenti una ciste. Nella normalità bisognerebbe andare da tre specialisti, per poi vedere la malattia presentarsi di nuovo e magari in maniera più seria; invece, in omeopatia, viene preso come riferimento l'uomo nella sua totalità, quindi il medico non fa altro che constatare che la stessa malattia si è presentata sotto forme diverse nel nostro organismo, e combatterla al fine di evitare che la situazione si complichi e diventi " non curabile " secondo la legge della similitudine. L'omeopatia come tutte le cose ha i suoi limiti. Diciamo che con i bambini si riscontrano risultati più rapidi che con le persone anziane. Buoni risultati si ottengono con le malattie psicosomatiche ( possiamo dire con sicurezza: oggigiorno che cos'è che non è psicosomatico? ) e con malattie che ci hanno portato ad andare da varispecialisti e che ormai si sono cronicizzate in noi. E' anche da considerarsi una medicina preventiva e adattissima a disintossicare il nostro organismo dopo una cura ALLOPATICA depurando il nostro organismo dalle tossine procurateci da un abuso di medicinali.

    Medicamenti omeopatici

    I medicamenti omeopatici si dividono in GLOBULI, GRANULI, GOCCE. I GRANULI, sono sfere contenenti saccarosio e lattosio e a loro sono riservate tutte le diluizioni, mentre si GLOBULI che risultano più piccoli rispetto ai granuli, sono prescritte le diluizioni medie ( 7,5,30 CH................ ). Le GOCCE che sono sotto forma di tintura alcolica a 30° sono riservate alle basse diluizioni ( TM 1 DH 6DH ). I rimedi non vanno toccati con le mani, ma bisogna servirsi del tappo dosatore che serve per chiudere il tubo dei granuli, e vanno fatti sciogliere sotto la lingua. Ogni rimedio ( GOCCE,GRANULI,GLOBULI ) va tenuto in un luogo asciutto , lontano dalle sostanze profumate dai vari medicinali, hanno una scadenza molto lunga e per il loro acquisto non occorre la ricetta medica, in quanto la medicina " UFFICIALE " li considera inefficaci.

    Farmacia omeopatica famigliare

    Parlando per esperienza personale ecco quello che va tenuto nella nostra farmacia personale:

    * ACONITUM NAPELLUS* * ALOE SOCCONTRINA* * ANTIMONIUM CRUDUM* * APIS* * ARGENTUM NITRICUM* * ARNICA* * ARSENICUM ALBUM* * BELLADONNA* * BERBERIS* * BRYONIA**CALENDULA TM* * CARBO VEGETABILIS* * CHAMOMILLA* *CHINA**COFFEA**COLOCYNTHIS**EUPHRASIA* * GELSEMIUM* * HEPAR SULFUR* * HYPERICUM* * IGNATIA* * IPECA* * LYCOPODIUM* * MERCURIO SOLUBILIS* * NUX VOMICA* * PYROGENIUM* * PULSATILLA* * RHUS TOXICODENDRON* * THUYA* * URTICA*

    © Copyright 1995, FlowNet

    (07/07/2000 Tg0-positivo)