Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Argital: Cosmetici naturali senza conservanti

Dice il saggio ...
I poeti non cominciano a vivere se non quando muoiono (U. Foscolo)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Assistenza

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • La società che non c'è Autore: Lodovico Mazzero

  • Da Mogliano (Tv) progetti per i diversabili

    Da Mogliano (Tv) progetti per i diversabili

    Abbattere le barriere che gli uomini innalzano tra di loro per paura o per ignoranza è un compito di alta civiltà che spetta a ogni comunità, responsabile della crescita alla pari e secondo le personali potenzialità di tutti i suoi membri. Ed è per questo che Mogliano Veneto da alcuni anni sta sostenendo iniziative a favore delle persone diversamente abili del territorio.

    Il cammino intrapreso, grazie agli assessorati alle Politiche Educative, alle Pari Opportunità ed ai Servizi Sociali, in collaborazione con l'Azienda Ulss, il Distretto Socio ed il "Gruppo Lavoro Territoriale" (cui fanno parte le scuole moglianesi, il Centro Cospes e numerose Associazioni di volontariato), continua con vivacità. Portando avanti innanzitutto progetti già avviati come: "Diversa...mente, qualità per il tempo libero” dedicato alla formazione di volontari che siano di sostegno; il progetto gestito dal Cospes per il sostegno all'inserimento lavorativo con tutor e sportello di sostegno e consulenza; il progetto "Pubblica istruzione, sport e diversabilità", elaborato in collaborazione col Cdh di Bologna. Poi dando vita a nuovi percorsi, dedicati in particolare alla formazione dei genitori: “Dopo aver privilegiato per anni l’integrazione dei ragazzi – ha commentato l’assessore alle Politiche educative Francesca Campolo – abbiamo deciso di avvicinare anche i genitori, che in genere finiscono coll’essere i grandi esclusi perché li si ritiene bastevoli a se stessi. Azioni di questo genere invece possono aiutare a mitigare quel senso di colpa che spesso si portano dentro e aiutare a superare l’angoscia del ‘dopo di noi’, un problema molto sentito dalle famiglie”.

    Da qui le tematiche affrontate nei due corsi organizzati separatamente dal Centro Cospes e dal Distretto Socio-sanitario dell'Azienda Ulss: il primo, come spiegato dai due referenti Adriana Libera e Alberto Narduzzi, che partirà il prossimo 15 novembre (le altre date: 22, 29 novembre e 6 dicembre, presso il Centro Polivalente di Mogliano dalle 9.30 alle 11.30) dedicato ai genitori di ragazzi diversabili in età scolare; il secondo, come precisato dal direttore Nello Spinella, per genitori e famigliari di persone diversabili sul tema della sessualità (17 e 24 novembre dalle 17.30 alle 19.30, con sede da definirsi) “perché bisogna avere oggi il coraggio – ha sottolineato l’assessore Campolo – di affrontare un tema che rimanendo nascosto nelle famiglie crea spesso drammi”.

    Ma l’obiettivo più importante da raggiungere sarà riuscire a far rete, magari costituendo un centro formato dai genitori perché condividano insieme importanti momenti di confronto. Mogliano infine esce anche dai propri confini e lancia un messaggio a tutta Italia: “Lasciamo da parte qualsiasi altro termine – ha concluso la Campolo – e utilizziamo finalmente la parola ‘divers-abile’, così come coniato dal direttore del Cdh di Bologna. Spostare l’attenzione sulle abilità che tutti, secondo le proprie potenzialità, hanno è infatti un grande passo verso un importante cambiamento di mentalità e quindi verso la massima integrazione”.

    Per info 041 5930800 (Comune di Mogliano Veneto).

    (24/10/2003 Tg0-positivo)