Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il libro: Il Meglio di Te con il Coaching

Dice il saggio ...
L'errore in cui cadono molti dirigenti è che credono di essere un po' i padroni di tutto e possedere la verità e le soluzioni a tutti i problemi (Anonimo)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Enogastronomia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Nexus New Times n. 95 - Dicembre 2011/Gennaio 2012

  • Fra tagli e frattaglie

    Fra tagli e frattaglie

    Un libro controcorrente che vuol valorizzare le pietanze di casa nostra a base di carne proprio in un momento in cui la carne sembra aver perso terreno nei piatti degli italiani, dopo i recenti episodi di ‘mucca pazza’ che purtroppo hanno spesso generato anche un’emotività incontrollata e controproducente. E’ dunque una sfida quella di Bruno Bassetto, macellaio trevigiano e autore, su testi di Luca Pinzi, del libro “Fra tagli e frattaglie” (Edizioni Tintoretto), con il contributo della Provincia di Treviso, di Ascom, Fondazione Cassamarca, Villa Sandi, Gruppo Ristoratori, Consorzio del Turismo, Gruppo Macellai e molti altri enti trevigiani.

    Dati alla mano e ricette di casa nostra, egli ha infatti cercato di dimostrare che è ancora possibile mangiare bene gustando antichi sapori di casa nostra. Bassetto ha certo una lunga esperienza in questo campo: macellaio trevigiano di nota fama (suo è il Guiness dei primati conseguito nel 1998 per la salamella più lunga del mondo di 3.680 metri mentre negli anni i premi alla carriera, nazionali e internazionali, si sono accumulati numerosi) nasce a S. Cipriano di Roncade nel 1948. A 13 anni lascia il banco di scuola per quello della bottega sul quale per anni raccoglie esperienze su esperienze come garzone e banconiere fino ad aprire nel 1972 a S. Liberale (via Mantiero, Treviso), una bottega tutta sua che ancor oggi conduce con la famiglia, come egli stesso ha da dire, “... fra tagli e frattaglie”.

    Il suo libro, presentato il 25 settembre scorso a Villa Sandi a Crocetta del Montello, scritto grazie alla penna vivace e sciolta del giornalista Luca Pinzi, si ripropone di far riscoprire ai più i segreti della cucina trevigiana legata alla carne, così da poterne preservare la tradizione e lasciare in eredità ai giovani vecchie ricette di casa nostra. “Ho sempre amato la cucina povera – spiega Bassetto durante la presentazione – Modi di cucinare e mangiare sempre più dimenticati in nome delle attività veloci. Questo è un libro controcorrente, non parla di primi piatti o di antipasti, ma di carne, che è stata un po’ bastonata negli ultimi tempi ma che ora stiamo riportando a buoni livelli”. Il libro si lascia leggere velocemente perché ricco di aneddoti, proverbi, detti trevisani, foto storiche, vecchie ricette spiegate da Bassetto stesso o dalla signora Malvina e di sette storie raccontate dal compianto Mirko Trevisanello. Ma il libro è anche pregevole per i vari interventi iniziali (Ulderico Bernardi, Annibale Toffolo, Luca Zaia e illustri personalità) oltreché per interventi di responsabili igiene alimentare dell’Ulss 9 che spiegano come oggi venga trattata la carne, rassicurando e sfatando luoghi comuni con numeri e tabelle.

    (10/10/2002 Tg0-positivo)