Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Weleda: in accordo con uomo e natura

Dice il saggio ...
La scienza non ha una dimensione morale. E' come un coltello. Nelle mani di un chirurgo sarà un bisturi - in quelle di un assassino sarà il pugnale che uccide (Wernher von Braun)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Racconti

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Piatto di Sale Himalayano Tondo

  • "Istruzioni sull'uso della cavalleria in battaglia e altri

    "Istruzioni sull'uso della cavalleria in battaglia e altri racconti" (Kellermann Editore)

    E’ una silloge di racconti dove trovano vita vecchi ciabattini, nobili decaduti, antiche vie del Vittoriese, fiction, gialli ricchi di suspence e luoghi nei quali i Trevigiani possono riconoscersi. Il nuovo libro della Kellermann Editore “Istruzioni sull’uso della cavalleria in battaglia e altri racconti” rappresenta dunque il vecchio e il nuovo mondo trevigiano (in particolar modo dell’Alto Trevigiano) visto dagli occhi di uno scrittore esordiente, Michele De Bertolis, per il quale il noto romanziere, filologo e uomo di cinema Elio Bartolini ha voluto curare la prefazione.

    “Ritengo – scrive Bartolini accanto a De Bertolis durante la presentazione a S. Giacomo di Veglia - che ogni scrittore viva il suo tempo di preparazione in un riserbo geloso di sé e, al contempo, impaziente di superarlo. Né mi pare che Michele De Bertolis si sia sottratto a questa regola savia quanto opportuna. Importante, in ogni caso, è che abbia utilizzato questa sospensione nel migliore dei modi, continuando a lavorare, ma senza perdersi dietro progetti grandi, come quel “romanzo-romanzo” all’inseguimento del quale molti scrittori “potenziali” si sfibrano, talvolta rovinosamente. De Bertolis, invece, ha scelto, giudiziosamente, una misura breve di narrazione: quel racconto che, dopo secoli di alta presenza e quasi di predominio nella letteratura italiana, oggi, anche per lo stolto pregiudizio di molti editori, sembra svalutato, quasi caduto in discredito”.

    Ma perché questo titolo che sembra così guerresco mentre la raccolta ha ben altro respiro? "Il titolo riprende la trama del racconto che apre la raccolta - spiega l’editore Roberto Da Re Giustiniani – e che fin da subito mi aveva colpito per la sua particolarità. In realtà non si è trattato di una scelta facile perché il libro è da gustare tutto d’un fiato dall’inizio alla fine”. Un libro dunque da leggere e che secondo lo stesso De Bertolis riserverà non poche sorprese perché “narra storie che tutti abbiamo più o meno vissuto una volta nella vita e ci tocca sempre il cuore scoprire che qualcuno è in grado di interpretarci, che non siamo soli a vivere le nostre esperienze. In questo mondo sempre più globalizzato, del resto sono ormai le piccole cose a contare perché la gente vi si riconosce: è dai piccoli sentimenti che noi capiamo dove andiamo e chi siamo”. Il libro è acquistabile in libreria oppure telefonando allo 0438 940903.

    (15/04/2002 Tg0-positivo)