Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il libro: Il Meglio di Te con il Coaching

Dice il saggio ...
Come la natura di per sé ci porta ad amare i cibi saporiti e i bei colori, così la bontà è in noi e non di fuori di noi (Confucio)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Itinerari turistici

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Anime Gemelle Anime Compagne

  • Dal Grappa al Cansiglio, un nuovo e affascinante percorso t

    Dal Grappa al Cansiglio, un nuovo e affascinante percorso turistico tra le Prealpi venete

    Un sentiero lungo 112 chilometri che uniranno lo storico monte Grappa all'Altopiano del Cansiglio, patria degli ultimi superstiti del popolo Cimbro. Nato da un accordo di programma tra la Provincia di Treviso, la Comunità montana delle Prealpi Trevigiane e la Comunità montana del Grappa, "Dal Grappa al Cansiglio" è un agevole sentiero panoramico percorribile in circa 8 giorni a piedi (oppure in bici o a cavallo), con soste e pernottamenti in stazioni ricettive a tappa lungo la linea di cresta del Massiccio del Grappa e delle Cime delle Prealpi Trevigiane (in gran parte coincidente con la linea del fronte della Grande Guerra), accompagnate da ampie vedute panoramiche a Sud sulla pianura veneta e a Nord verso le Dolomiti, con alternanza di boschi, pascoli, valli, dirupi e prati. In questa stessa zona sono presenti circa un migliaio di capi della famiglia dei Cervi mentre è stata anche accertata la presenza dell'orso. Da un punto di vista storico sono invece ancora ben visibili i segni lasciati dalla Repubblica Serenissima che proprio qui vi trovava il legname necessario sia alle costruzioni civili che alle navi, convivendo con la popolazione germanica dei Cimbri che in età medievale raggiunsero Asiago e il Cansiglio. Ci saranno 4 bivacchi: Malga Coro-Pizzoc (4 posti), Miane (rifugio Posa Puner - 7 posti), Revine (La Posa presso il Pian delle Femmene - 4 posti), Val Vecia (Paderno del Grappa - 4 posti). Sono stati inoltre realizzati canalette, traversine, scalini in legno, pietra, terra; corde metalliche in luoghi a rischio come la Graviola, staccionate, segnaletica in legno, pulizia alle trincee sul Monte Tomba e sul Grappa da Malga Doc a Castel Cesil.

    "Le zone più belle della Marca - ha commentato il presidente della Provincia di Treviso Luca Zaia - sono sempre state le più inaccessibili. Con questo sentiero invece oggi colleghiamo le borgate rurali, gli agriturismi, i rifugi, le malghe, gli alberghi in quota e altri luoghi di sosta, ripristinando le aree dissestate e pericolose e rendendo di facile percorrenza un itinerario panoramico, storico ed enogastronomico che attirerà di certo un consistente flusso di turismo". L'opera è costata circa 537 milioni, ripartiti tra la Provincia (170 milioni), le due Comunità montane (30 milioni) e la Comunità Europea. I comuni interessati sono: Borso, Crespano, Paderno, Cavaso, Pederobba, Segusino, Valdobbiadene, Miane, Follina, Cison, Revine, Vittorio Veneto, Fregona nel trevigiano e Farra d'Alpago e Alano nel bellunese. Il sentiero è già stato opportunamente tabellato ed è pronto all'uso.

    (30/07/2001 Tg0-positivo)