Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Consigli dal Cuore di Ruediger Schache

Dice il saggio ...
I vili omiciattoli non li puoi prendere altrimenti che col far loro dei regali, ma gli uomini di valore te li concilierai specialmente trattandoli con amore (Senofonte (Detti memorabili di Socrate))

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Riflessioni » Sociale

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • La società che non c'è Autore: Lodovico Mazzero

  • Il coach, una nuova figura professionale

    Il coach, una nuova figura professionale

    a cura di Erica Parolin *

    C’è una nuova figura professionale, già nota da anni negli Stati Uniti, che si sta recentemente affermando anche in Italia: è il coach.

    Spesso il termine coach viene utilizzato in maniera impropria, per definire ruoli o attività che in realtà poco o nulla hanno a che fare con il coaching.

    Capita che per seguire quella che sembra essere l’ultima “moda”, alcuni consulenti o formatori aggiungano la qualifica di coach ai loro biglietti da visita, e che qualche giornalista attribuisca il titolo di coach a persone che possiedono una professionalità diversa rispetto a quella del coach.

    Chi è, quindi, il coach, e che cosa fa precisamente?

    Il senso originario della parola inglese “coach” è carro, carrozza o vettura. Possiamo quindi definire il coach come un “mezzo di trasporto”, che trasporta una persona o un gruppo di persone dal luogo di partenza (situazione attuale) al luogo di arrivo (situazione desiderata).

    Il coach affianca il cliente nello sviluppo di un suo personale “programma di viaggio”, lo aiuta a individuare la meta, a valutare le risorse necessarie e gli eventuali ostacoli, a definire delle “tappe” intermedie. Lo sostiene poi nel percorso, aiutandolo a mantenere o a modificare la direzione, attraverso successivi incontri di verifica.

    Il coach è un “facilitatore del cambiamento”, è una persona preparata che aiuta il suo cliente ad accedere più facilmente alle proprie potenzialità, ad ottenere risultati e a raggiungere maggiore soddisfazione e qualità nella sua vita personale e professionale.

    È importante sottolineare che il coach non è un consulente, in quanto il suo compito non è fornire delle risposte, bensì porre le giuste domande perché la persona trovi dentro di sé le risposte giuste per se stesso in un certo ambito e in un certo momento della sua vita personale o professionale.

    Il coach non è uno psicologo, uno psichiatra, un neurologo, uno psicoterapeuta, tutte professioni che si occupano di patologie e problemi inerenti la sfera psicologica. Il coach è lontano da qualsiasi forma di terapia o cura, che spettano esclusivamente alle figure sopra citate.

    I metodi e gli strumenti utilizzati dal coach sono, infatti, focalizzati sul raggiungimento di un risultato specifico che il cliente intende ottenere, e non sulla soluzione di un problema.

    Compito del coach è fare in modo che il cliente diventi capace di servirsi autonomamente degli strumenti e delle risorse acquisite durante le sessioni di coaching, rendendosi indipendente dal coach e in grado di utilizzare al massimo le proprie abilità in qualsiasi situazione.

    Nell’ambito del coaching esistono principalmente tre specializzazioni:

    Il LIFE COACH aiuta a raggiungere obiettivi personali, che possono anche essere indipendenti da quelli professionali, legati per esempio alla vita privata, allo sviluppo personale, alla gestione della propria emotività, al miglioramento delle relazioni interpersonali.

    Il BUSINESS COACH aiuta a raggiungere obiettivi di tipo professionale, spesso affianca imprenditori o manager allo scopo di aiutarli a migliorare performance individuali o di gruppo, aumentare la competitività dell’organizzazione, gestire processi decisionali, stabilire relazioni interpersonali efficaci e produttive.

    Lo SPORT COACH collabora con lo staff tecnico e gli atleti, individuando e sviluppando i punti di forza di ciascun atleta e aiutandolo ad innalzare costantemente il proprio livello di rendimento.

    Nel prossimo articolo vedremo alcune situazioni in cui è utile avvalersi dell’aiuto di un coach e quali sono le caratteristiche di un buon coach.

    *

    ERICA PAROLIN

    Nata a Bassano del Grappa il 18/08/1968 e residente a Creazzo (VI).

    Dopo due significative esperienze lavorative in aziende private, dal 2002 lavora presso un’importante Associazione di Categoria, dove si occupa di aggregazioni di imprese.

    Interessata ai temi dello sviluppo personale e organizzativo e del coaching, è Master Practitioner in PNL e, a seguito di un percorso di studi con trainer internazionali, ha conseguito il titolo di “Licensed NLP Coach” certificato dalla Society of NLP di Richard Bandler, co-creatore della PNL.

    (27/03/2011 Tg0-positivo)