Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il libro: Utilizza la Tecnica Psych-K

Dice il saggio ...
Nascere è soltanto cominciare a morire (T.Gautier)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Salute

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Fiabe per grandi... Piccini Autore: Paola Fantin

  • COME LA CHIROPRATICA PUO' AIUTARVI

    COME LA CHIROPRATICA PUO' AIUTARVI

    La Chiropratica è una scienza medica naturale che studia e tratta la meccanica, la statica e la dinamica del corpo umano. Negli Usa, dove è nata, si classifica al primo posto tra le medicine alternative. Tale scienza medica si basa sul concetto che un corretto allineamento e funzionamento dei segmenti vertebrali e dei nervi a essi associati sia di fondamentale importanza per la salute. Il trattamento chiropratico consiste generalmente nel correggere quei segmenti del sistema muscolare e scheletrico che non funzionano in modo corretto, soprattutto lungo la colonna vertebrale e nella regione pelvica. Scopo primario del trattamento chiropratico pertanto è quello di eliminare i sintomi agendo direttamente sulle cause che ne sono responsabili, il che consente di ottenere risultati più duraturi e di evitare o ridurre l'assunzione di farmaci antiinfiammatori e/o antidolorifici, i cui effetti collaterali sono notoriamente dannosi per il nostro organismo.

    Il triangolo della salute

    La teoria che sta alla base della chiropratica parla di un 'triangolo della salute' i cui lati si riferiscono ai tre fattori fondamentali del benessere: la struttura, la biochimica e la mente. Un' interferenza, vale a dire una malattia, che colpisca uno di questi tre livelli, si ripercuote inevitabilmente sugli altri. Di conseguenza quando si corregge un disturbo muscolare o scheletrico anche gli aspetti psicologici e metabolici ne traggono beneficio.

    Laurearsi in chiropratica

    L'iter scientifico che porta al Dottorato in Chiropratica è molto severo: il chiropratico deve frequentare sette anni di studi universitari, suddivisi in tre anni di medicina generale e quattro di chiropratica, con l'obbligo di effettuare ben oltre 1000 ore di internato nelle cliniche chiropratiche. Il chiropratico laureato negli appositi colleges (per la maggior parte Usa) è pertanto in grado di garantire al paziente professionalità, competenza e sicurezza.

    Domande ricorrenti

    D: esistono prove scientifiche sui benefici della chiropratica?

    R: Sì. Esistono milioni di testimonianze che confermano la validità del trattamento chiropratico. Inoltre sono state effettuate numerose ricerche scientifiche tra le quali quelle condotte dal Governo della Nuova Zelanda, dal British Medical Journal britannico e dal Rand Corporation Research Study, un'organizzazione senza fini lucrativi che esegue delle ricerche per conto del governo statunitense. In Italia è stato l'Istituto Nazionale Static a condurre una ricerca, finanziato in parte dal governo italiano, su un campione di oltre 17 mila pazienti.

    D: una persona che ha subito un intervento chirurugico alla schiena può ancora consultare un chiropratico?

    R: sì. Accade spesso che uno stesso disturbo alla schiena si ripresenti doopo mesi o anni dall'intervento. la chiropratica va alla radice del rpoblema, eliminandone la causa e permettendo quindi di evitare una successiva operazione chirurgica.

    D: l'aggiustamento chiropratico è pericoloso?

    R: tra le varie branche mediche la chiropratica è una delle più sicure. Per rendersene conto è sufficiente mettere a confronto le quote dei premi assicurativi per negligenza medica tra chiropratici e altri medici, in particolare chirurghi. Dalla documentazione risulta che quasi tutti i danni riportati in seguito a 'manipolazioni chiropratiche' erano stati causati da persone non qualificate, inesperte, che non avevano conseguito una regolare laurea in chiropratica.

    D: quale è il costo della cura?

    R: a conti fatti è spesso più conveniente di una cura a base di farmaci e, ovviamente, molto meno cara di un intervento chirurgico.

    D: ho già ricevuto delle cure 'chiropratiche' da altre persone non qualificate e non ne ho tratto alcun beneficio: un chiropratico laureato può ancora aiutarmi?

    R: certo! Come ho già precisato un Dottore in Chiropratica deve frequentare sette anni di studi universitari, suddivisi in tre anni di medicina generale e quattro di chiropratica, con l'obbligo di effettuare ben oltre mille ore di internato nelle cliniche chiropratiche al fine di assicurare al paziente che le procedure da lui effettuate lo aiuteranno e non gli creeranno disturbi. Se effettuate da personale non qualificato le procedure chiropratiche possono essere dannose.

    Dove trovare un dottore in Chiropratica a Treviso?  

    Presso lo studio della dr.ssa Caterina Palatini, in via Campagnola 52 a Villorba. Per appuntamento tel. 0422 92372.

    Intanto potreste cominciare ad avere cura di voi stessi bevendo almeno 3 litri di acqua al giorno fuori pasto e facendo della ginnastica anche da camera. Questo già potrebbe prevenire e placare molti dolori futuri.

    (Paola Fantin)

    (07/07/2000 Tg0-positivo)