Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il cofanetto: The Quantum Activist - Mt0

Dice il saggio ...
La troppa sicurezza implica superficialità (Anonimo)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Riflessioni » Ecologia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Il manuale del primo soccorso del cane e del gatto Autore: Marco Benedet

  • Nonna Vegan

    Nonna Vegan

    86 anni portati alla grande, vegetariana da più di 70 anni, vegan da 40: siamo andati a trovare Marta, una delle prime persone in Italia a fare questa scelta di vita.

    Nonna Vegan si chiama Marta ed è, con ogni probabilità, la prima vegana d’Italia. Andiamo a trovarla a Milano nello storico quartiere popolare dell’Ortica dove ancora si possono trovare vecchi palazzi costruiti con criteri umani: palazzine da due o tre piani, grandi cortili e qualche orto. Marta ci riceve sorridendo e ci offre succhi di frutta senza zucchero e deliziosi biscottini vegan.

    Tiene subito a puntualizzare di essere diventata vegetariana all’età di quindici anni e di averlo fatto per amore. Marta è di origini ungheresi, ma sin dall’infanzia si trasferisce con i genitori a Milano. Sul finire degli anni ’30, durante una vacanza in Ungheria, conosce Francesco, un bellissimo ragazzo di ventitre anni vegetariano dalla nascita, una persona davvero speciale. E così anche lei diventa vegetariana.

    Un amore che fiorisce in nome della sensibilità, della salute e del desiderio di un mondo più giusto. Anche i genitori di Marta, nonostante le preoccupazioni, non ostacolano quella scelta rivelandosi persone di ampie vedute e di notevole apertura.

    Ma la guerra deve fare il suo cinico corso e Francesco viene internato in un campo di stermino nazista dove perderà la vita. Anche la famiglia di Marta, una famiglia ebrea, dovrà fuggire rifugiandosi, tra mille peripezie, in Svizzera.

    Le chiediamo della sua vita da vegetariana in quegli anni e lei, regalandoci il suo bel sorriso saggio, ci risponde che i vegetariani erano davvero pochissimi ed era quasi impossibile conoscerne qualcuno per scambiare opinioni o anche solo per socializzare. Neanche la sua migliore amica era vegetariana, e l’unica possibilità era quella di evitare le situazioni conviviali che imponessero di mangiare prodotti animali....

    La versione completa dell'articolo "Nonna vegan", con l'intervista integrale è disponibile nel numero di Ottobre 2010 di Terra Nuova.

    (21/10/2010 Tg0-positivo)