Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il cofanetto: Something Unknown - Mt0

Dice il saggio ...
Un atto incoerente isolato la pi grande incoerenza (don Milani)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico Hobbies Animali

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Pappe magiche. Per stuzzicare l'appetito dei pi piccini Autore: Carmela Cipriani

  • In nome di un unico organismo vivente

    In nome di un unico organismo vivente

    Formiche kamikaze che salvano il proprio nido, sacrificando se stesse

    Le missioni suicide non sono una prerogativa solo degli uomini, ma anche delle formiche. Lo afferma l'etologo Mark Moffett, che nel suo libro appena uscito Adventures Among Ants (avventure fra le formiche) descrive un caso in cui una operaia si fa letteralmente esplodere per respingere un invasore. Lo scienziato ha fatto la sua scoperta con una spedizione nel Borneo, durante la quale ha preparato una trappola con un po' di miele alla base di un albero colonizzato da formiche cilindriche. La trappola ha attirato un'altra specie di formiche, che hanno cercato di penetrare all'interno dell'albero.

    "Quando una delle formiche 'straniere' ha cercato di superare una formica cilindrica - si legge nel libro - quest'ultima ha 'detonato', rompendo il proprio corpo e rilasciando una sostanza tossica giallastra che ha ucciso all'istante la rivale". Secondo Moffett questo non l'unico 'sacrificio' che avviene nel mondo delle formiche: un'altra specie ad esempio usa delle 'porte viventi', cio degli esemplari che si incastrano perfettamente nelle aperture dei formicai e che lasciano passare le compagne solo dopo che queste si sono 'fatte riconoscere' con un colpo di antenna.

    In caso contrario la formica rimane al suo posto impedendo fisicamente l'accesso agli estranei. Anche in Brasile, riporta sempre il libro, ci sono formiche che si sacrificano:"Fuori dai nidi di Forelius Pusillus ogni notte si fermano fino a otto esemplari, che passano il tempo a mimetizzare l'entrata - spiega lo scienziato - entro l'alba muoiono tutte, per motivi sconosciuti". Secondo Moffett la causa di questi comportamenti pu essere spiegata dalle dimensioni delle colonie: "La colonia come un unico organismo vivente - spiega - in caso di pericolo disposta a sacrificare una parte di s per salvarne una pi grande".

    Fonte: Ansa

    (15/07/2010 Tg0-positivo)