Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: The Bond - Il Legame Quantico di Lynne Mc Taggart

Dice il saggio ...
La bellezza è una lettera di raccomandazione eccellente nel commercio degli uomini (M. de Montaigne)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Arte » Scultura

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Progettare spazi verdi Autore: AAVV

  • Arte di vera cera d'api

    Arte di vera cera d'api

    Un manufatto pregevole creato a Ponzano Veneto (Tv)

    Un cero pasquale interamente forgiato nella cera d’api, naturale, riciclabile e tradizionale. Per realizzare lo stupendo manufatto, inaugurato il 2 aprile scorso all’Oratorio di Villa Rubbi di Paderno di Ponzano, sono stati fusi 6 pani di cera, circa 16 kg, di cui 14 usati per le misure stabilite. Ne è così uscito un cero alto160 cm, con 9,5 cm di diametro. La croce lignea infissa sul cero è composta da caratteristici ramoscelli levigati dall’acqua del fiume Piave, raccolti e gentilmente forniti dal professor Silvano Meneghel, tagliati e formati a croce ricurva da Bertillo Rossi, quindi rivestiti di foglia d’oro da Piero Pizzolon, con decori di Giovanni Pietrobon di Treviso.

    L’Associazione degli Apicoltori di Ponzano Veneto con i suoi 40 soci, presieduta da Antonio Zottarel, ha aderito con entusiasmo all’iniziativa prendendosi l’onere delle varie operazioni per approntare la raccolta dei pani di cera, la fusione della stessa e la creazione del grande cero. Naturalmente, il lavoro di quasi una settimana e alcune ovvie difficoltà, dovute a problemi tecnici come il forte calo della cera nel passaggio dallo stato solido a quello liquido ad alta temperatura e quindi alla sua rappresa, è adesso un vero spettacolo da ammirare. “Il Cero pasquale vive in forza della sua icona del Risorto – ci ha spiegato lo storico e ideatore del progetto, il professor Pierduilio Pizzolon - che due millenni di fede cristiana hanno espresso sia nei riti del Triduo pasquale sia nei canti della comunità orante. Ecco, perché il Coro di Canto Gregoriano PSALLITE DOMINO GLORIOSE, diretto e fondato dal maestro Sergio Ramon di Pederobba e formato da voci di cantori di varie età ed esperienza musicale, ha condiviso tutto il lavoro di progettazione e di creazione del Cero, offrendoci il magnifico solenne canto del Preconio Pasquale durante la Veglia pasquale. La presentazione di questo cero, inoltre, aveva due scopi: dimostrare un momento forte di aggregazione della nostra comunità ed esaltare le proprietà biologiche ed ecologiche della cera, prodotto naturale delle api, che da sempre le regole liturgiche hanno indicato e voluto”.

    Artefici dell’intero ciclo operativo di fusione: Luciano Gualandri, apicoltore che ha messo a disposizione la sua esperienza e l’attrezzatura adeguata (caldaia a vapore, fornello a gas ecc.), Fernando Zamuner, apicoltore e socio del ‘Gruppo Focus Ambiente Ponzano’, che ha diretto e condotto con la massima cura e attenzione tutte le operazioni necessarie, Giosuè Rossi Fermi che ha ospitato il laboratorio nei locali della sua Azienda agricola. La cera, poiché gli apicoltori locali avevano già inviato la loro al lago di Garda, è stata fornita, grazie all’intervento di Giorgio Basso, dalla Cooperativa ‘Il pungiglione’ nel Pontremolese, lungo la nota arteria dei pellegrini in Terra Santa, la Via Francigena. Il cero verrà conservato nella Chiesa Parrocchiale di Paderno di Ponzano.

    (22/04/2010 Tg0-positivo)