Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche

Dice il saggio ...
L'amico? Uno che ti conosce bene e ciononostante ti rimane amico (Anonimo)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Salute

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Giovanni Battista. La storia mai raccontata Autore: Mac-Free Verse

  • NO AI BREVETTI SULLA VITA

    NO AI BREVETTI SULLA VITA

    Monaco, 22 febbraio 2000 – Questa mattina circa 90 attivisti di Greenpeace hanno bloccato l'Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) a Monaco. L'entrata principale e l'accesso al garage seminterrato sono state murate. Alcuni attivisti hanno appeso uno striscione con la scritta STOP ALLA RIPRODUZIONE IN LABORATORIO DI ESSERI UMANI! NO AI BREVETTI SULLA VITA! "Abbiamo bloccato l'attivita' dell'EPO per ostacolare la concessione di brevetti sugli organismi viventi piu' a lungo possibile" ha detto a Monaco Christoph Then, esperto di ingegneria genetica di Greenpeace. "L'EPO sta permettendo all'industria dell'ingegneria genetica di usare animali, piante ed esseri umani per i propri interessi economici".

    Ieri Greenpeace ha reso pubblico il testo di un brevetto concesso dall'EPO lo scorso dicembre all'Universita' di Edimburgo in Gran Bretagna, a cui è riservata la proprietà intellettuale per un processo che permette l'estrazione di cellule da embrioni animali, uomo incluso, in prima fase di differenziazione, la loro manipolazione genetica e la coltivazione del nuovo organismo. L'EPO ha ammesso pubblicamente di aver commesso "un grave errore" e che l'inclusione di embrioni umani è stato frutto di "un incidente".

    Secondo le ricerche di Greenpeace, questo scandalo non è stato un caso isolato e non e' successo per errore. Gia' nel gennaio 1998 l'EPO si e' scusato per aver concesso un brevetto sui geni per la suscettibilita' allo stress, nei quali era inclusa la manipolazione genetica degli esseri umani - presumibilmente "per errore".

    Nel 1998, inoltre l'EPO ha concesso un brevetto per manipolare geneticamente i mammiferi in maniera da conferire proprietà medicamentose al latte prodotte dalle femmine. Non essendo esplicitamente vietata l'applicazione della tecnica all'uomo, questo brevetto consentirebbe, in linea teorica di agire anche sulle donne. Nessuno di questi brevetti sugli esseri umani e' stato fino ad oggi revocato, e finora l'EPO non ha mai affrontato le numerose obiezioni legali sollevate.

    "Le scuse, le promesse e le correzioni di facciata non sono abbastanza. Tutti i brevetti sulla vita concessi dall'EPO devono essere revocati" ha affermato Then di Greenpeace. "La legislazione europea sui brevetti deve essere riformata e l'EPO deve essere soggetto al rigido controllo pubblico. La brevettabilita' degli esseri umani non e' il risultato della negligenza dell'EPO – e' la politica del cinismo", ha aggiunto.

    In meno di vent'anni, i brevetti sono stati sistematicamente estesi dalle lampadine agli esseri viventi: prima sono stati i batteri, poi le piante, dopo gli animali e parti degli esseri umani. Ora si concede anche la brevettabilità degli embrioni umani.

    "L'ufficio brevetti e' stato creato per proteggere le invenzioni tecniche. Ma gli organismi viventi non sono invenzioni, anche se sono stati manipolati geneticamente. Quindi non possono essere brevettati" continua Then .

    Greenpeace ha sollecitato l'EPO diverse volte per fermare la brevettabilita' degli organismi viventi. Ma il presidente dell'EPO Ingo Kober ha ignorato tutti gli appelli e le critiche.

    "Greenpeace oggi ha "chiuso" gli uffici dell'EPO perche' i leaders politici europei hanno fallito nell'attribuirgli le responsabilità giuridiche del suo operato. La Convenzione Europea per il Brevetto (EPC, Art. 53a) vieta la concessione di brevetti su invenzioni che vanno contro la "pubblica moralita'" e "l'ordine pubblico". La concessione di brevetti sulla manipolazione di linee germinali di esseri umani e l'uso di embrioni umani a fini commerciali sono vietati dalla Convenzione Europea sulla Brevettabilità degli organismi viventi" ha concluso Then.

    Fonte: Greenpeace

    (07/07/2000 Tg0-positivo)