Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Officina Naturae: Detergenti ecologici e cosmetici naturali

Dice il saggio ...
La gioia è un'energia che obbedisce a certe leggi, come l'elettricità (Torkom Saraydarian)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Animali

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Origami.Guida completa all'arte di piegare la carta Autore: Rick Beech

  • Una tartaruga tra i flutti

    Una tartaruga tra i flutti

    E' stata liberata nei giorni scorsi a Jesolo

    E’ stata battezzata “Marietta”, è una femmina di 4-5 anni della specie Caretta caretta che l’anno scorso fu raccolta, gravemente debilitata da un’infezione alle vie respiratorie e polmonari, in località Cortellazzo “Laguna del Mort” nel Comune di Jesolo.

    Trasferita per urgenti e delicate cure nel Centro Recupero Tartarughe Marine del Salento, presso il Parco Regionale Rauccio in provincia di Lecce, dopo un anno di attente cure da parte del suo direttore, Dott. Giacomo Marzano, Biologo Marino, ma soprattutto seguita nella sua lunga degenza dalla Dott.sa Olimpia Lai della Facoltà di Veterinaria di Bari, oggi si è perfettamente ristabilita. Questo centro salentino, ritenuto tra i più qualificati d’Italia per la lunga degenza e cure di tartarughe marine, è dotato di ampie vasche e attrezzature clinico – veterinarie.

    Marcata con un’apposita targhetta, che ne permetterà di seguirne nei prossimi anni ogni suo spostamento o erratismo, il giorno sabato 11 luglio 2009 alle ore 11.00 in zona Pineta, sulla spiaggia antistante l’hotel Queen Anne, poco distante dal punto del suo ritrovamento, verrà rilasciata alla presenza delle massime autorità istituzionali che tutte in vario modo hanno contribuito al buon fine riabilitativo dell’esemplare.

    Saranno presenti: il Gen. Alberto Colleselli, Com. Reg. del Corpo Forestale dello Stato, assieme ad altri comandanti di stazione della provincia di Venezia; il Com. della Guardia di Finanza di Jesolo Claudio Recalenda; il Comandante della Delegazione di Spiaggia Ten. di Vascello Tonniazzoni Marco, il Sindaco di Jesolo Francesco Calzavara; il Vicesindaco Valerio Zoggia; l’Ass. alle Politiche Ambientali Renato Meneghel; il consigliere comunale e provinciale Andrea Tomei (biologo che peraltro ha prestato le prime cure) il Pres. WWF della regione del Veneto Walter Miotto; il Dir. Riserva Naturale Oasi WWF Valle Averto, Dott. Paolo Perlasca, unitamente ad altre personalità del WWF Italia, e il Pres. Dino Rossetto dell’associazione A.R.C.A. 113 Ecologico, che nel 1984 assieme al WWF Italia fu una delle prime associazioni ad interessarsi di tutela e soccorso di tartarughe marine.

    Nei giorni precedenti al rilascio di questa tartaruga, presso la Clinica Veterinaria di Jesolo del Dott. Renzo Tasinato, saranno previste diverse tavole rotonde e incontri volti a creare collaborazioni future tra i centri del sud Italia e quelli del centro – nord.

    “Queste attività sono il frutto dello sviluppo di tutta una serie di sinergie tra il Civico Museo di Storia Naturale di Jesolo, il Museo di Storia Naturale di Venezia, il WWF Italia e della regione del Veneto, nonché con i nuclei della Protezione Civile competenti territorialmente. Il tutto in un’ottica di interscambi di conoscenze e costruttive collaborazioni” ha dichiarato il direttore del Civico Museo di Jesolo dott. Roberto Basso .

    (20/07/2009 Tg0-positivo)