Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo


Dice il saggio ...
I poeti non cominciano a vivere se non quando muoiono (U. Foscolo)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Racconti

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Hrdaya-heart + CD

  • Il Mago, il Gesù di Pilato

    Il Mago, il Gesù di Pilato

    Un romanzo storico edito dalla Kellermann Editore

    È come rovistare in un vecchio cassetto, tra cose dimenticate o mai conosciute, e trovarvi un piccolo tesoro del tutto inaspettato.

    Si chiama Massimo Gusso il nostro tesoro inaspettato, un mestrino che vive al riparo delle “angeliche colline” di Tarzo e che per gli amanti della lettura sarà un’autentica scoperta.

    La perla che ci regala, grazie all’encomiabile passione dell’editore vittoriese Kellermann, si intitola “Il Mago”.

    Si tratta di un romanzo di ambientazione storica, dove un susseguirsi di vicende incalzanti, colpi di scena, amori e odii feroci, vede personaggi storicamente riscontrabili muoversi in maniera diversa da quella tramandataci. Il protagonista è Ponzio Pilato e attorno a lui ruotano numerosissimi comprimari, primo fra tutti Gesù, e alcuni suoi discepoli; poi Caifa e Paolo di Tarso; e ancora, i quattro imperatori dell’età giulioclaudia: Tiberio, Gaio, Claudio e Nerone, ma anche Seneca, Lucano e Petronio, gli intellettuali di spicco del periodo neroniano; tutti affiancati da un numeroso drappello di personaggi di fantasia, dono del quale certo l’autore non difetta. Colto e appassionato studioso di storia romana, Gusso ci restituisce atmosfere, luoghi, cibi, abiti, arredi, ricostruiti con grande acribìa e frutto di un enorme lavoro di ricerca, anche per quello che riguarda il linguaggio. Senza alcun intento polemico, ma spinto da una grande simpatia per la figura di Pilato, alimentata anche dalla sua sconfinata ammirazione per quel capolavoro che è “Il maestro e Margherita” di Bulgakov, Gusso gioca a fornirci una versione diversa di come si sarebbe potuta svolgere la vicenda di Gesù e Pilato, facendo loro vivere situazioni di fantasia, per puro diletto, suo e nostro. Il risultato è davvero apprezzabile, sia dal punto di vista della scrittura che da quello dell’intreccio.

    In appendice al libro poi, utili ed interessanti sono le delucidazioni di argomento storico e archeologico che l’autore fornisce con la accurata precisione dello studioso che ama la sua materia. Un amore e una passione che traspaiono da ogni pagina.

    Teresa Bernardi

    ***************

    Massimo GUSSO – Il Mago. Il Gesù di Pilato: una storia diversa

    Kellermann Editore, 2009 pagg. 640, 18 euro - Romanzo d’ambientazione storica

    (15/06/2009 Tg0-positivo)