Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il libro: La Pillola

Dice il saggio ...
La vanità gioca dei brutti scherzi alla memoria (J.Conrad)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Misteri

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • La ricerca della felicità Autore: Krishnamurti

  • Mitopoiesi ufologica: una tesi universitaria sugli Ufo

    ABSTRACT TESI

    "LA MITOPOIESI UFOLOGICA"

    di

    Stefania Genovese

     

    L’obiettivo della mia tesi è stato quello di dimostrare che, nonostante non si sia ancora giunti a comprendere definitivamente cosa siano gli UFO, si può comunque rilevare che, molte delle componenti comuni e reiterate del fenomeno e soprattutto che la sua espansione e diffusione a livello mondiale, lo rendono simile ad un mito che ha profonde ramificazioni nel passato e che ancor oggi tende ad evolversi e a modificarsi sia a livello individuale che collettivo.

    Il contesto socio-culturale, la distorsione percettiva, nonché cause fisiche e meteorologiche non sufficientemente ancora studiate sono rilevanti per la genesi dell’avvistamento.

    Il fenomeno presenta inoltre notevoli rassomiglianze alle leggende ed al passato folkloristico della umanità : in esso troviamo la stessa identità di dettaglio e di struttura degli incontri soprannaturali descritti dalle leggende e dalle tradizioni raccolte dagli etnologi di tutto il mondo.

    Nella prima parte ho descritto il fenomeno UFO evidenziandone le peculiari caratteristiche tipologiche, gli strani simboli celesti avvistati nel passato ( ruote, carri, ecc.) simili ad alcune morfologie ufologiche tipiche e, l’etimologia della extraterrestre: nella seconda parte ho analizzato la genesi del caso UFO parlando degli avvistamenti più famosi come quello del 6 Giugno 1983 in Italia, del caso Roswell e delle Abductions ( rapimenti) strettamente correlati al mito UFO.

    Nella terza parte ho affrontato scientificamente la relazione UFO-EXTRATERRESTRI sottolineando come essa sia una improponibile analogia e come il contatto con civiltà extraterrestri venga studiato dal SETI.

    Nel capitolo 3.4 ho evidenziato quanto la letteratura fantascientifica abbia influenzato la credenza negli UFO, e come anche nel passato storico-filosofico ci si è interrogati mediante il dibattito sulla vita extraterrestre.

    Nella quarta parte ho esplicato l’eziologia del fenomeno UFO offrendo una completa disamina del ruolo del testimone, con tutte le componenti psicologiche, fisiologiche, percettive ad esso inerenti, durante un avvistamento UFO.

    Nella penultima sezione ho dimostrato come l’UFO sia un mito e come le capacità mito-poietiche dell’inconscio umano, generino delle credenze irrazionali che premono sulla parte conscia e che si avvalgono delle tematiche dell’epoca e del substrato sociale, collettivo, nonché delle forme personali di allucinazioni e di immagini ipnagogiche.

    "La scienza rimuove fantasmi e streghe, ma l’uomo riempie quel vuoto interiore immaginando il suo contatto con gli alieni, dimostrando così, una involuzione dei suoi stati psichici".

    Molto spesso inoltre, come ho citato nel paragrafo 5.3 all’interno del fenomeno UFO, esiste una dimensione pseudo-religiosa che avvicina lo stesso a molti culti millenaristici .

    Nelle prospettive di ricerca ho concluso affermando che il mito UFO è diventato un simbolo della nostra era carico di un forte significato, mentre l’atteggiamento della comunità scientifica e dei mass-media costituisce un campo interattivo non trascurabile.

    Se il compito della scienza è sempre stato quello di sforzarsi di interpretare ogni fenomeno concernente l’uomo ed inerente alla sua esistenza in tutte le sue multiformi e spesso anche apparentemente illogiche e polisemiche manifestazioni è lecito che essa si adopri anche nei confronti del caso UFO.

    (07/01/2001 Tg0-positivo)