Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il libro: La Scienza dell'Invisibile di Massimo Citro e Masaru Emoto

Dice il saggio ...
Non c'è patto che non sia rotto, non c'è fedeltà che non sia stata tradita, fuorché quella di un cane veramente fedele (K.Lorenz)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Itinerari turistici

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Codice Genesi Autore: Michael Drosnin. Editore: Rizzoli.

  • Tra i lama e gli alpaca in un mondo da sogno

    Tra i lama e gli alpaca in un mondo da sogno

    Un progetto apripista in Italia parte da un piccolo angolo della Lessinia, nel Veronese

    La sensazione è di quelle che non si dimenticano. E' come stare in un mondo sospeso tra il tempo e lo spazio, dove ci si fonde con tutto quello che ci circonda, ritornandone a farvi parte, secondo ritmi che ci erano ignoti.

    A questo benessere e a questo ritrovarsi contribuisce poi anche la calda ospitalità della famiglia Giacopuzzi che ha iniziato da giugno 2007 questa nuova avventura. Sergio, Liviana e Giorgia - manager in uno dei più prestigiosi hotel italiani - insieme al compagno Mirko - musicista, cantante e uomo dalle attività poliedriche - ci accolgono nella loro proprietà a Giazza (Ljetzan) dove da qualche tempo allevano degli incredibili e singolari animali. Ma sentiamo cosa raccontano essi stessi attraverso il sito ufficiale della loro attività ( www.alpacalessinia.it): "Tutto è nato da una battuta di papà ‘Giaco’: “Quando andrò in pensione, diventerò allevatore di alpaca!”.

    Circa sei anni fa incuriosito da una trasmissione televisiva, Sergio decide di approfondire la conoscenza di questi animali, così mansueti, adatti alla compagnia e bisognosi di non troppe cure. Sempre scherzando di quando in quando anticipa e ripete alla moglie Liviana e alla figlia Giorgia che lui si dedicherà agli alpaca! All’inizio nessuno lo prende troppo sul serio, ma con il passare del tempo quell’idea diventa sempre più concreta.

    Nel mese di gennaio del 2007 Sergio e famiglia si recano in visita ad alcuni allevamenti, già esistenti in Italia, per imparare un po’ di più in merito a questi simpatici animali andini, appartenenti alla famiglia dei camelidi sudamericani.

    Ma ecco che pochi mesi dopo, Sergio comunica alla famiglia che è giunto il tanto atteso momento e quindi anche il tempo per acquistare i primi due esemplari di alpaca.

    A Giazza arrivano quindi Neve, una femmina di sette mesi di razza suri e Pepe, un maschio di sei mesi di razza huacaya. I due piccoli vengono ospitati per tutta l’estate dalla famiglia Boschi, presso il Rifugio Boschetto situato a soli 6 km dal paese e circondato da gustosi pascoli. Diventano immediatamente l’attrazione del luogo e tutti gli amici della montagna, che vengono a fare escursioni sul Gruppo del Carega e in Lessinia sono entusiasti nel vedere Sergio a spasso con questi curiosi animali.

    E’ trascorso poco più di un mese, quando a far compagnia ai due amici arriva Brumilde, una femmina gravida di razza huacaya e dopo di lei, un’altra coppia. In onore della città di Verona gli ultimi arrivati prendono il nome di Romeo e Giulietta. Quest’ultima femmina è anch’essa gravida e così tutti gli amici del Boschetto e di Giaco - questo è il soprannome di Sergio - attendono con curiosità l’arrivo dei piccoli ‘cria’. Tuttavia ci sarà da aspettare fino alla metà di novembre.

    Nel frattempo, Sergio lavora alla preparazione del sito invernale per il gruppo, in quanto il Rifugio Boschetto, dopo le prime nevicate invernali, non sarà più raggiungibile in macchina. Tutto il gruppo viene quindi trasferito all’inizio di novembre su una porzione di prato adiacente l’abitazione della famiglia Giacopuzzi.

    Proprio nel giorno in cui il gruppo arriva in paese e prende possesso del nuovo terreno, Brumilde dà alla luce una bellissima piccolina marrone dorato. L’avvenimento attira subito la curiosità di tutti gli abitanti di Giazza, che stupìti ammirano questo piccolo esemplare. Il nome da assegnare non può essere scontato, così, dopo due giorni di dibattiti e consultazioni si giunge alla sentenza: “la piccola si chiamerà Shuane”. E’ il primo esemplare di alpaca nato in un paese cimbro e in questo antico dialetto germanico la traduzione è: ‘bella’.

    Ma le sorprese non sono ancora finite…

    A distanza di solo una settimana dal lieto evento, all’improvviso nasce un altro cria. E’ un’altra femmina! Giulietta doveva partorire in primavera, ma la piccola è sana, formata e subito si alza e corre. Babbo Giaco è piacevolmente sconvolto da questa inaspettata sorpresa e dà il nuovo annuncio ad amici e famiglia che non credono alla lieta novella e corrono a verificare di persona. Anche questa piccolina dovrà quindi avere un nome cimbro.

    In onore all’ autunno e in associazione al suo colore marrone ambrato Sergio sceglie per lei il nome Lopp (‘foglia’). Per ora questa è la nostra storia, ma il gruppo tra un paio di mesi accoglierà qualche altro amico… non perdetevi le prossime news!"

    Vivere l'emozione di passeggiare sulle colline della Lessinia, con al seguito un alpaca o un lama (come è successo a noi) bianco di nome Miguel è un'esperienza da non perdere, sia per grandi che per piccini. I lama e gli alpaca sono bestiole mansuete, seppur non prive di carattere e personalità. Pensi di esser tu a sceglierli, ma a condurre quella funicella lungo i pendii delle colline della proprietà dei Giacopuzzi, in realtà, non sei tu ma loro. Intanto la sensazione di esser come ritornato a casa, dopo anni di corse e rincorse ai tuoi obiettivi nel mondo, è forte.

    Sentiremo ben presto parlare di loro, perché i progetti che ruotano attorno a questa che è stata innanzitutto una passione sono molti e verranno sviluppati nel tempo (una fattoria didattica, pet therapy, lana e artigianato, alloggio e ricezione dei visitatori, proposte enogastronomiche), grazie alla tenacia di Giorgia e Mirko, assistiti da papà Sergio e mamma Liviana.

    Il paese in cui hanno ubicato la loro attività fa parte del comune di Selva di Progno (Vr) e si trova all’interno del Parco Naturale della Lessinia. E’ uno dei 13 comuni cimbri della zona e si può raggiungere facilmente imboccando la val d’Illasi.

    Paola Fantin

    (23/04/2009 Tg0-positivo)