Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il cofanetto: Dalai Lama Renaissance - Mt0

Dice il saggio ...
La notte ci piace perché come il ricordo sopprime i particolari inutili (Borges)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Biblioteche

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Mamma dopo i 35 anni Autore: Stefanie Schmid-Altringer

  • Una biblioteca dedicata a Mario Rigoni Stern

    Una biblioteca dedicata a Mario Rigoni Stern

    E' stata appena inaugurata a Maserada (Tv), grazie a un progetto in concorso e idee

    C’erano gli alunni delle scuole di Maserada, c’era moltissima gente, fra cui alcuni amministratori dei Comuni limitrofi e l’onorevole Simonetta Ruminato all’inaugurazione della nuova biblioteca comunale di Maserada.

    E c’era anche Alberico Rigoni Stern, (in foto con il sindaco di Maserada, Floriana Casellato) figlio dello scrittore vicentino scomparso meno di un anno fa. Era a Maserada perché l’amministrazione ha voluto dedicare al noto scrittore, che amava definirsi un narratore, la nuova biblioteca. La proposta è partita dal gruppo “Amici della biblioteca” visto che nel 1982 Rigoni Stern aveva inaugurato la biblioteca a Palazzo Don Romero.

    L’opera è stata tenacemente voluta da questa amministrazione per l’importante valenza culturale e aggregativa per tutta la comunità. La sezione storica della biblioteca è stata invece dedicata a Giovanni Gemionite, assessore negli anni Ottanta. La nuova struttura, realizzata a seguito di un concorso d’idee, è venuta a costare 1.240.000 euro. Può contenere fino a 25 mila volumi tra libri, cd e dvd, e le sale per la lettura sono state concepite sia per la consultazione sia per lo studio, suddivise per fasce di età.

    Una sezione della biblioteca è riservata all’emeroteca per la consultazione di giornali e riviste. La struttura ospita anche una sala mediateca con trentacinque posti a sedere per accogliere attività culturali di vario genere, per esempio la presentazione di libri e letture a voce alta. C’è anche una sala musica insonorizzata per l’ascolto e per l’utilizzo serale da parte di gruppi musicali locali, oltre ad un angolo caffetteria.

    L’edificio offre tutti i comfort termo-igrometrico, acustici e visivi previsti per questo tipo di struttura. Per la riduzione degli sprechi energetici è stato installato un sistema di impianto di riscaldamento e raffrescamento a pannelli radianti a pavimento con alimentazione in regime invernale ed estivo tramite pompa di calore geotermica. Sono state, inoltre, adottate scelte costruttive per limitare le dispersioni termiche durante l’inverno e la trasmittanza degli elementi separatori in estate.

    Per l'Ufficio Stampa: Laura Tuveri

    (23/04/2009 Tg0-positivo)