Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche

Dice il saggio ...
Tutto scorre come l'acqua di un fiume e nulla si ferma né di giorno né di notte (Confucio)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Enogastronomia

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Warrior woman. Lozen, guerriera e sciamana apache Autore: Peter Aleshire

  • Europa, il futuro è dei ragazzi

    Europa, il futuro è dei ragazzi

    Un concorso tra istituti enologici europei

    Trenta scuole di 14 paesi europei (Austria, Belgio, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lussemburgo, Polonia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria e naturalmente l’Italia con quattro Istituti enologici: Conegliano, Auer, Locorotondo e Ascoli) e la partecipazione di 60 studenti impegnati in gare di tipo pratico e teorico di viticoltura, enologia, degustazione e cultura vitivinicola predisposte da un’apposita commissione costituita dai docenti di tali materie.

    Si è svolta nei giorni scorsi la IV Edizione di Europea Wine Championship con un’Italia pigliatutto grazie alla studentessa Martina Brogio che ha difeso i colori della Scuola Enologica di Conegliano “G.B. Cerletti” e con una Spagna agguerrita che non si è dimostrata di minor valore.

    Un avvenimento di grande valore soprattutto per porre basi sempre più solide alla cooperazione tra Paesi europei: “L’associazione rappresenta ben 27 Paesi – ha spiegato il presidente nazionale Pasquale Vinciguerrra, nel corso della premiazione tenutasi il 26 marzo scorso all’Asolo Golf Club di Cavaso del Tomba, alla presenza di autorità e dirigenti della Provincia di Treviso che ha sostenuto l’evento, per la prima volta in Italia, insieme al Ministero per le Politiche Agricole e alla Regione Veneto – ed è anche un tentativo per uniformare i sistemi di istruzione agricola in Europa, cosa non sempre facile, come non è sempre facile creare un rapporto tra istituzioni scolastiche e mondo del lavoro. Europa è un mezzo che unisce i ragazzi”.

    Paola Fantin

    Per info www.scuolaenologica.it/

    (30/03/2009 Tg0-positivo)