Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana per bambini Macro Junior

Dice il saggio ...
Non è potere della fortuna, non è come alcuni sciocchi credono così facile vincere chi non voglia essere vinto. Tiene giogo la fortuna solo a chi le si sottomette (Leon Battista Alberti (Della Famiglia))

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Arte » Musica

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • I Segreti Rivelati nei Rotoli di Maria Maddalena

  • Il fantastico mondo del musical

    Il fantastico mondo del musical

    Il nuovo cd prodotto dall'Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso

    Una raccolta di successi che hanno fatto la storia del musical internazionale teatrale e cinematografico. E’ il nuovo Cd dell’Orchestra Filarmonia Veneta, ideato e diretto dal M° Romolo Gessi, il suo direttore ospite principale.

    “New York New York, il fantastico mondo del musical”, registrato al Teatro Duse di Asolo e prodotto da Rivoalto, conduce in un viaggio indimenticabile all’ascolto di Leonard Bernstein (con la sua immortale “West Side Story”), Leroy Andreson (“The Syncopated Clock” e “Fiddle Faddle”), Cole Porter (“Night and Day”), Richard Rodgers (“The Sound of Music”), Frederick Loewe (“My Fair Lady”), Henry Mancini (“Moon River”), Frank Churchill (“Snow White and the Seven Dwarfs”) Glenn Miller (“Moonlight Serenade”), William Christopher Handy (“St.Louis Blues”) e John Kander (“New York, New York”).

    La nuova raccolta va ad aggiungersi alla ricca discografia della Filarmonia Veneta (che, tra l’altro, comprende la prima registrazione assoluta dell'oratorio "Jephte et Helcana" di B.Galuppi e dell'opera “I due timidi” di Nino Rota), solitamente dedicata al grande repertorio sinfonico e all’opera lirica, si arricchisce così di questa importante lettura di opere americane del Novecento, quelle che gli americani stessi chiamano evergreen per significare che non tramontano e non invecchiano. Per info www.filarmoniaveneta.it.

    (18/03/2009 Tg0-positivo)