Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana per bambini Macro Junior

Dice il saggio ...
I ricchi hanno una quantità superflua di cose di cui non hanno bisogno e che perciò sono sciupate e trascurate mentre milioni di individui muoiono di fame per mancanza di sostentamento. Se ciascuno possedesse soltanto quello che gli occorre, nessuno sarebbe nel bisogno e tutti vivrebbero soddisfatti. Così come stanno le cose i ricchi sono insoddisfatti non meno dei poveri (Gandhi)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Libri & co. » Umorismo

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • La società che non c'è Autore: Lodovico Mazzero

  • Cara maestra unica

    Cara maestra unica

    Segnalata da Giorgio

    Cara maestra-unica, ste vacanse mi hano desfato: fisicamente e pissicologicamente.Il papà ha deto che in casa la crisi è come Belen Rodrighess: palpabile. Quindi gnente regali costosi. La matina di Natale mi sono alsato tuto ecitato come Emilio Fede il 14 Aprile 2008, rivo basso di corsa e apro il regalo: no catto mica un libro?

    Un libro! Provi imaginarsi ... a un putello di 8 ani, bombardato da Nintendo Ui, Gormiti, Lego, mestieri e gaget di Dragobol, Plei Stession ecc ... regalare un libro par Natale è come ofrire a Bossi il federalismo solo pal Molise: na sconfita!

    E spetti, parchè il bello no è gnancora rivato. Sa che libro che era?

    "Fiat Ritmo: manuale d'uso". La tentassione di pensare che Babo Natale no esiste e che il papà ha inscartossato uno dei due libri che abiamo in casa è forte.

    Ognimodo, sicome la tavola della cucina sgorla che è una meraviglia e ogni giorno spando la minestra sulla tovaglia a causa dell'efeto tsunami che il brodo fa' con gli sgorloni della tavola (e agiungo che mi becco uno scopeloto di soravìa che arriva puntuale come el canone rai), ho usato i due centimetri del libro come spessore per la gamba.

    È proprio vero che un libro serve sempre!

    Ma fin qua le ho racontato del dano morale. Manca ancora quelo fisico.

    Ieri, pena rivato in classe, il mio compagno Rafaele Gobi, che è un bullo che ha anca i video su iutùb, mi ha deto: "Dami subito tutti i giocatoli che ti ha portato Babo Nadale!". Quando che li ho presentato il manuale d'uso dela Ritmo mi ha deto che lui no lo prendo per il cesto e mi ha tirato un pugnasso verticale sulla testina, come Bad Spenser! Insoma, oltre il danno la beffa.

    E oltre la beffa, la beffana! Si, parchè anca lei no mi ha portato gnente! Mi ha lasciato una letera sul cormello del leto co scrito: "Sei stato un putello cativo, quindi meritavi il carbone. Ma esendo una risorsa esauribile nel'arco di 200 anni e considerando che i cancari dei russi stanno già talliando le forniture, è mellio sparagnare. Sto anno dunque non ti porto gnente: continua a ciuciàre le mentine dell'ano scorso. Cordiali saluti, la befana".

    Insoma mi sa che a Natale no mi illudo più. L'anno scorso mi hanno egalato paletta e secchiello al 25 dicembre. Co tanto di letterina: "Volevi un palmare, ma pal-mare va ben anca questi!"

    Saluti maestra-unica!

    (30/01/2009 Tg0-positivo)