Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Club Bilderberg di Daniel Estulin

Dice il saggio ...
Opera lunga è solo quella che non si osa cominciare e che diventa un incubo (C.Baudelaire)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Arte » Musica

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Astrologia Siderale

  • Il canto del Paradiso, le note angeliche del canto gregoria

    Il canto del Paradiso, le note angeliche del canto gregoriano

    L’ultima fatica di Capitanata insieme ad alcuni monaci certosini

    Fanno parte della storia personale di molti di noi ma, considerati da sempre alla stregua di semplici canti religiosi, a pochi hanno svelato il loro antico segreto. Ora, grazie allo splendido MusicaLibro “Il codice gregoriano. Il Canto del Paradiso”, realizzato da alcuni monaci certosini e da Capitanata sarà molto più facile accostarvisi e cercare di sbrogliare la misteriosa matassa.

    Dopo due millenni di studi, di ricerche e di esplorazioni scientifiche, la genesi del canto gregoriano resta infatti un mistero irrisolto. Nessuno ha mai trovato la "chiave" per svelare il significato dei segni e delle note del Codice Gregoriano che, come nel fluire dell'energia cosmica, s'alternano nel Canto del Paradiso dando vita a una lode al Dio dell'universo e di ogni creatura vivente.

    Il progetto s'accosta alla dimensione sacrale con uno spirito nuovo, ricco di speranza e di fede. L'artista compositore e pittore Capitanata, che usa le note come fossero colori, ha vissuto per oltre un anno studiando i luoghi e come utilizzare in profonda armonia gli antichi organi a canne di alcuni monasteri e certose d'Italia come la certosa di San Giacomo di Capri, la certosa di San Lorenzo a Padula e la certosa di Firenze.

    E' in questa dimensione di raccolta meditazione, alle prime luci dell'alba e nei colorati tramonti, che nascono i brani de Il Canto del Paradiso che elevano gli animi a realtà supreme, non meno di altri suoni e musiche provenienti da civiltà differenti. L'ascolto dei canti gregoriani e il suono dell'organo a canne regala infatti una atmosfera solenne di straordinaria bellezza che dona serenità, beatitudine e benessere.

    Il cd è reso ancor più prezioso dalla presenza di un libretto che racconta la storia del canto gregoriano, passando prima attraverso la leggenda del Codice gregoriano e alla storia del suo inventore, papa Gregorio Magno; poi si inoltra nella composizione della Schola cantorum, del suo ruolo nel Rinascimento fino ai giorni nostri.

    Si tratta di un’opera che val la pena di tenere tra i nostri cd preferiti perché non solo ha il pregio di creare dentro e fuori di noi un’atmosfera di serenità e meditazione, ma anche di risvegliare nei nostri animi sinfonie profonde e antiche.

    *****************

    Rino Capitanata

    Il talento polivalente di Capitanata pittore surrealista, compositore New Age e artista multimediale è una splendida realtà del mondo Europeo. Il suo viaggio nel mondo dell'Arte inizia di fronte ad una tavolozza di colori, centinaia di tele bianche e un cavalletto dove l'artista esprime i colori e le visioni della sua anima spirituale. Nel suo ventennale percorso itinerante le sue opere vengono esposte in gran parte dell'Europa e nel biennio 93-94 lavora a Salisburgo, Innsbruck e a Trento dove stabilisce il suo studio artistico multimediale.

    Capitanata prosegue la sua ricerca attraverso la musica. Incide alcuni album solo ed insieme al chitarrista Alberto Grollo e altri concepiti con il filosofo e scrittore di fama internazionale Giorgio Cerquetti dedicati al pensiero positivo, ai chakra, al tantra,e a siddha yoga. Nell'estate del 2003 Capitanata tiene un concerto in un monastero Tibetano sulle colline vicino Siena dove l'artista accompagna con dei meravigliosi tappeti sonori i mantra dei monaci Tibetani. Il risultato è strabiliante e di rara bellezza il tutto fortunatamente viene registrato e fatto uscire in un cd dal titolo "Il Canto del Tibet".

    *****************

    Sergio D'Alesio.

    Critico e fotografo musicale specializzato dal 1972. Dopo un praticato con Supersound e Nuovo Sauna, lega la sua firma al Gruppo Editoriale Suono coordinando dal 1976 al 1993 riviste specializzate come Stereoplay, Suono, D.A.C, e Popster poi denominato Rockstar e collabora con altre riviste come Il Mucchio Selvaggio, Videotecnìca e Papiro Rosa del Teatro Petruzzelli di Bari. Negli anni '80 assembla e presenta la trasmissione televisiva Storia della Musica Moderna e scrive varie monografie per la Lato Side Editori dedicate a CSN&Y, Genesis, Bruce Sprìngsteen, Police, David Bowìe e Jackson Browne incluso il saggio L'Epopea del Country-Rock diventato un classico del settore. Dai '90 è redattore di Suono, New Age & News Sounds, Kelttka, Acid]azz e Monografìe New Age e della rivista Direct Reflections BOSE la casa americana dei diffusori acustici.

    ***************

    Prezzo € 18,50

    Capitanart

    CD

    Formato: 15x21

    Anno: 2008

    ***************

    Per acquistare il cd consultare Macrolibrarsi

    (29/12/2008 Tg0-positivo)