Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Argital: Cosmetici naturali senza conservanti

Dice il saggio ...
Chi fa del vestito una parte principale di sé finirà in generale per non valere più del suo abito (W.Hazlitt)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Hobbies » Assistenza

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Guida al consumo critico Autore: Centro Nuovo Modello di Sviluppo. Editore: Editrice Missionaria Italiana. primo manuale italiano per fare la spesa in maniera consapevole

  • C'era una volta un sogno

    C'era una volta un sogno

    E il sogno continua a diventare realtà...

    Volontari Advar in festa

    C’era una volta un sogno e il sogno continua. Proprio in occasione della presentazione delle iniziative per il XX anniversario dell’associazione Advar onlus, dal 1988 impegnata sul territorio accanto ai malati terminali e alle loro famiglie, la presidente Anna Mancini Rizzotti ha annunciato un nuovo importante progetto, che giunge a quattro anni dall’apertura del l’Hospice Casa dei Gelsi, struttura residenziale in convenzione con l’Ulss 9, attrezzata per far fronte alle esigenze dei malati di tumore, che non possono essere adeguatamente assistiti a domicilio: la nascita del Hospice Day, una moderna struttura che si ritrova già nei paesi anglosassoni.

    “Nel nostro progetto iniziale – racconta la Mancini Rizzotti – non prevedevamo solo attività a ciclo diurno per le persone assistite al Hospice o a casa, ma anche per tutti i malati oncologici che non possono ancora usufruire dell’assistenza ma hanno bisogno di un punto di riferimento. Il sogno dunque continua.”

    La nuova struttura sorgerà accanto alla Casa dei Gelsi e proporrà una serie di attività tra le quali anche progetti culturali e creativi, sia per malati che familiari. L’obiettivo è quella di poterla avere chiavi in mano entro 2-5 anni, nonostante il momento economico poco propizio. “L’Hospice è la struttura dei cittadini e ha una vitale importanza per il territorio – ha aggiunto la presidente Mancini Rizzotti - Qualcuno potrebbe dire che si tratta di utopie. Sì, è vero, sono utopie, ma utopie concrete che realizzano i sogni”.

    Il percorso dell’Advar, del resto, non ha mai conosciuto battute d’arresto e in questi vent’anni di attività la crescita è stata costante, anche grazie all’apporto indispensabile dei volontari, degli operatori sanitari e di migliaia di generosi sostenitori: oltre 2.500 i nuclei famigliari assistiti dal momento della fondazione; nel 2007, i malati accompagnati dai volontari Advar attraverso l’assistenza domiciliare sono stati 271 mentre al 30 giugno 2008, se ne contavano già 190; 701 invece gli ospiti che, dal 2004, hanno potuto usufruire dell’assistenza alla Casa dei Gelsi.

    (03/10/2008 Tg0-positivo)