Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta il cofanetto: Warology - Mt0

Dice il saggio ...
Credere nell'esistenza di una verità unica e credere di esserne il possessore, sono le radici di tutto il male che c'è al mondo (M.Born)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Salute

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Cos'è la bioenergetica Autore: Vittoria Benedetti Talini

  • L'oasi dei bambini

    L'oasi dei bambini

    Finalmente al via i lavori al Ca' Foncello di Treviso

    L’oasi a dimensione di bambino nelle aree di degenza del reparto pediatrico dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso, per rendere il più umana possibile la permanenza dei bimbi ricoverati che provengono non solo dall’Ulss 9 ma anche da altre località, sta diventando una realtà.

    Il progetto, voluto dal Consorzio (oggi Associazione) per mio Figlio presieduto da Italo Lazzari - associazione di imprenditori che, in 12 anni di attività, ha raccolto 2.5 milioni di euro -, ha appena ricevuto, attraverso la Regione Veneto, un finanziamento statale di oltre 2 milioni di euro per la realizzazione del primo stralcio dell’Ospedale dei Bambini che avverrà indicativamente verso primavera del 2010. A questi fondi va ad aggiungersi il nuovo contributo di 200 mila euro versato dalla stessa Associazione per mio Figlio che, come quelli consegnati in precedenza, servirà a far partire il primo stralcio dei lavori: il Nuovo Day Hospital e la nuova area di Day Surgery – 5 stanze per un totale di 13 letti – e di un settore con locali di servizio, 12 ambulatori specialistici di cui uno riservato solo all’urgenza – una sorta di Pronto Soccorso solo per bimbi – che opererà su segnalazione del Pronto Soccorso del Presidio.

    L’obiettivo dell’Oasi di Degenza, infatti, è che il bambino venga ricoverato nel reparto pediatrico qualsiasi sia la sua patologia. Saranno i servizi specialistici a muoversi dai loro centri di lavoro per assistere i bambini ricoverati in Pediatria e non più viceversa. “Si tratta del primo importante passo – ha affermato il primario Silvana Agostini – per l’umanizzazione delle degenze, dove ogni genitore potrà finalmente avere un letto per stare accanto a suo figlio”. Il progetto dell’area di degenza pediatrica del Ca’ Foncello si basa sulla tesi di laurea dell’architetto Alessandra Olivieri di Ponzano Veneto e prevede la ristrutturazione di parte del terzo piano. Al suo interno verrà ricavata un’ampia zona di degenza eguale per la Pediatria e la Chirurgia pediatrica, ma che sarà di riferimento anche per tutti i reparti che prevedono la presenza di bimbi. Con gli stralci successivi sarà realizzato un settore con 15 stanze (da 1 a 4 letti) per il ricovero ordinario (24 posti letto complessivi), tutte dotate di servizi igienici propri e posti letto per gli accompagnatori dei piccoli ricoverati. L’area sarà inoltre direttamente collegata all’Oasi, con l’area dei giochi e il bel giardino pensile. Tra le novità per le cure ai bambini, infine, anche l’introduzione della cartella clinica elettronica alla Patologia Neonatale resa possibile con l’acquisto del software specifico, il Neocare, in collaborazione con l’Associazione per mio Figlio che ha donato 100 mila euro. Neocare, come spiegato dal direttore generale Claudio Dario, permetterà un monitoraggio continuo dei neonati, incrementando così sicurezza, qualità ed efficienza delle cure.

    (10/09/2008 Tg0-positivo)