Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook
Mail Tg0+Scrivi alla redazione di Tg0-positivo

Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche

Dice il saggio ...
"La Fortuna am le persone non troppo sensate (Erasmo da Rotterdam (Elogio della follia)

Altri link utili nelle seguenti categorie di Tg0-positivo:
Tu sei unico » Ricerca » Scienza

La libreria di Tg0-positivo - Cerca tutti i libri che vuoi e altri prodotti originali a prezzi speciali su Macrolibrarsi
  • Mente in forma a ogni età Autore: Daniel Amen

  • A Treviso riuscito intervento chirurgico urgente su signora

    A Treviso riuscito intervento chirurgico urgente su signora di 103 anni

    La determinazione della paziente è stata risolutiva

    Singolare intervento chirurgico d'urgenza all'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Una signora di 103 anni è stata operata di una importante occlusione intestinale presso la 4. Chirurgia dell'Azienda Ulss 9 di Treviso, diretta dal professor Nicolò Bassi, in collaborazione con l'Unità di Anestesia e Rianimazione, diretta dal dottor Carlo Sorbara. Ricoverata nei primi giorni dell'anno, la signora è stata dimessa una ventina di giorni fa, ed oggi ha ripreso la sua vita normale.

    La signora di 103 anni, è stata ricoverata d'urgenza il giorno 31 dicembre 2007, nel reparto di Geriatria, diretto dal dottor Massimo Calabrò, dove oltre ad un focolaio di broncopolmonite venivano riscontrati altri gravi sintomi – tra i quali grave disidratazione e vomito - che, dopo gli esami, portavano a confermare la diagnosi di occlusione intestinale. Dopo alcune consultazioni tra il professor Bassi, il dottor Calabrò, il dottor Sorbara, la paziente ed i suoi familiari si è deciso di procedere con l'intervento chirurgico pur nella consapevolezza dell'elevato rischio operatorio. La determinazione della paziente a non volersi sottrarre alla via chirurgica, è stata determinante.

    L'intervento è stato eseguito il 3 gennaio. La paziente, risvegliatasi dall'anestesia senza evidenti deficit neurologici, è stata ricoverata in Rianimazione fino al 7 gennaio, data in cui - avuta certezza del recupero delle normali funzioni emodinamiche, respiratorie e renali - è trasferita nell'area di degenza della 4. Chirurgia. Il giorno dopo era già tornata in Geriatria, dove, dopo qualche giorno, iniziava ad alimentarsi normalmente e da dove veniva dimessa il 18 gennaio. Oggi è tornata a condurre la sua vita - pressochè simile a quella di prima dell'intervento - nella sua abitazione.

    “Mi complimento con i nostri professionisti della 4. Chirurgia, dell'Anestesia e della Geriatria che con una attenta e continua collaborazione hanno saputo governare eventuali eventi negativi, trasformando un caso di estrema difficoltà in un successo clinico – commenta Claudio Dario, Direttore generale dell'Azienda Ulss 9 di Treviso –. Date le caratteristiche anagrafiche della paziente, infatti, possiamo parlare di un risultato veramente importante. Il grande anziano, anche quando come nel caso di questa signora gode di ottime condizioni generali e conduce una vita autonoma, è costretto ad affrontare un simile stress chirurgico senza una minima riserva funzionale in caso di complicazioni gravi”.

    (07/02/2008 Tg0-positivo)